Concorso di Poesia

Porto San Giorgio – Spogliatoi “d’oro” di via Marche, Agostini: “Non siamo fessi, è una spesa assurda”

Porto San Giorgio - Agostini: NESSUNA CALUNNIA DA PARTE MIA QUANDO COME SINDACO FECI ESPOSTO DEI FATTI DELLA SANGIORGIO DISTRIBUZIONE E SERVIZI

“La fantasia supera la realtà ed indigna la coscienza, almeno chi ne ha.” – continua così da parte del consigliere civico Andrea Agostini la diatriba sugli spogliatoi del campo sportivo di via Marche dal valore di 400.000, cifra definita esosa dall’avvocato sangiorgese.

“Ho contestato come esorbitante la spesa di 393.031/92 euro per degli spogliatoi, che vede pure un surplus di spesa di 100.000 euro rispetto a quelli da convenzione siglata dall’Amministrazione Loira con il privato.

Ho contestato che secondo la loro convenzione il campo di calcio andava consegnato alla città a gennaio 2014, quindi vi è un ritardo di un anno e tre mesi destinato a durare non si sa per quando.

Ho contestato che un tale ritardo va imputato o al comune o al privato, che hanno loro fissato i tempi di consegna certo dopo verifiche e studi, quindi ho chiesto chi ne sta rispondendo o ne risponderà.

Un sindaco avvocato ed un assessore a tutte le competenze tecniche cittadine geometra, Loira e Talamonti, quindi persone qualificate anche per mestiere, cosa rispondono ? Tutto normale.

Tutto si giustifica perché verranno realizzati 5 spogliatoi di cui 4 per atleti da 16 posti con impianto termico ed acqua sanitaria per le docce, anzi, il problema sarei io che cercherei – non si sa come – di bloccare l’opera perché infastidito dal bel lavoro che l’Amministrazione Loira sta compiendo dando alla città il migliore impianto cittadino.

Roba da matti.

Non mi scandalizzo a sentire Loira che cerca malamente di prendersi il merito delle opere compensative dell’operazione ex Canossiane, quando egli invece contrastò tale operazione dell’Amministrazione Agostini portata avanti dall’assessore Marinangeli.

Ma ciò è coerente alla sua natura birichina.

Da consigliere di minoranza contrastò la vendita dell’ex pescheria, salvo poi con quei soldi finanziare l’inutile piazza di cemento dell’area ex Grand Hotel; così per la messa in sicurezza della rete ferroviaria, salvo poi con il suo geometra ambientalista dare vita ad una silente mattanza di piante che sembra non finire mai; stessa cosa sia per i finanziamenti destinati a viale Cavallotti, sia per la cittadinanza onoraria all’Onorevole Baldelli, salvo poi farsi grande di un intervento di riqualificazione degno del parcheggio di un centro commerciale e soprattutto guardarsi bene dal revocare quella cittadinanza che tanto lo aveva indignato.

Ma anche il più birichino deve capire che tutto ha un limite e che non si può prendere in giro il prossimo considerandolo fesso.

Un avvocato ed un geometra non capiscono che 400.000 euro di soldi pubblici per 5 stanze spogliatoio con doccia ed acqua calda sono un assurdo ?

Nicola, Umberto, con 400.000 euro a Porto San Giorgio si compra casa, altrove anche una villa.

Se i soldi fossero i vostri non direste che siamo nella normalità.

Politicamente vergognoso.”

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento