Pronto Soccorso Macerata e Civitanova nel mirino del consigliere Marangoni

Pronto Soccorso Macerata e Civitanova nel mirino del consigliere Marangoni

La situazione del Pronto Soccorso di Macerata e di Civitanova è di nuovo nel mirino del consigliere regionale Enzo Marangoni, di Forza Italia, che ha già presentato sul punto parecchi atti ispettivi in regione e sollevato vari casi sulla disorganizzazione sanitaria.

E’ sotto gli occhi di tutti la triste catastrofica realtà della politica sanitaria del Pd marchigiano che gestisce la sanità manu militari e ad uso proprio. Sprechi e spesa sanitaria regionale enorme ed esposta a rischi di corruzione elevatissimi secondo quanto dichiarato più volte dai vertici della magistratura della nostra regione. Sanità che è anche grande bacino elettorale del PD. Chi ne fa le spese sono i pazienti costretti a giornate intere e nottate dentro i pochi metri quadrati di un pronto soccorso, in condizioni talvolta allucinanti.

Marangoni evidenzia il fatto che il personale medico e paramedico dei Pronto Soccorso di Macerata e di Civitanova va ormai decorato con la medaglia per il fatto che gestisce un’emergenza nell’emergenza. La colpa è anche nella chiusura dei pronto soccorso dei piccoli ospedali (ad esempio Recanati) voluta da una cieca riorganizzazione sanitaria regionale. Inoltre è continuo il taglio al personale nei pronto soccorso mentre sono troppi i dirigenti e i burocratici amministrativi nella sanità.

Pazienti che svengono per le troppe ore passate su di una sedia a rotelle in attesa di un esame, malati in barella nei corridoi, tempi di attesa anche di 24 ore persino per codici gialli (che dovrebbero per legge avere tempi di attesa minimi o nulli). Sono tutte situazioni e scene da terzo mondo. L’assessore regionale (pesarese del Pd) alla sanità ha fallito totalmente.

Nell’interrogazione urgente Marangoni chiede se si intende aspettare che “ci sappi il morto” per le lunghe attese e fino a quando il personale medico e paramedico dovrà lavorare in quelle condizioni.

Marangoni chiede inoltre una relazione del Direttore di Area Vasta 3 sulla situazione dei pronto soccorso degli ospedali di Macerata e Civitanova, oltre ad un’immediata riforma della normativa sui pronto soccorso regionali prima della fine di questa legislatura.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento