Raccolta differenziata a Porto San Giorgio, iniziati i controlli di ispettori e vigili urbani

PORTO SAN GIORGIO – Il Comune di Porto San Giorgio e la società Sdgs Servizi insieme contro il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti fuori dai cassonetti e i conferimenti non corretti. Sulla scia delle precedenti esperienze portate avanti negli scorsi anni, sono ripresi i controlli da parte degli ispettori ambientali: accompagnati dai vigili urbani, hanno il compito di controllare le modalità di conferimento dei sacchetti su tutto il territorio comunale.

Gli occhi del personale faranno particolare attenzione alle utenze domestiche alle attività commerciali “per ridurre il fenomeno dell’abbandono – spiega il direttore della Sgds Marco Ceccarani – e le violazioni delle norme sulla differenziata”. I numeri della raccolta restano positivi attestandosi tra il 67 e il 68%.

“La sfida è anche quella di ridurre i volumi pro capite dei rifiuti che incidono anch’essi sui costi di gestione – spiega Ceccarani – . Vorremo che nei mesi estivi, con l’aumento della popolazione in città, non si penalizzi il comportamento virtuoso dei cittadini più diligenti tenuto nel corso dell’intero anno. Controlli maggiori verranno effettuati anche all’Ecocentro comunale che è stato recentemente ristrutturato”.

Il personale impiegato nei controlli sarà facilmente individuabile dai cittadini grazie a un adeguato abbigliamento e al cartellino di riconoscimento. Il comandante della Polizia municipale Giovanni Paris ha fatto sapere che le verifiche interesseranno anche le “Zone tecnologiche” di raccolta.

“Riteniamo estremamente importante l’attività di controllo anche nell’ottica dell’equità delle tariffe e per il raggiungimento dei risultati di gestione – prosegue Ceccarani – nel prossimo piano industriale, in corso di valutazione con l’Amministrazione comunale, è previsto l’inserimento in maniera strutturale del servizio di controllo ma anche una maggiore e capillare informazione agli utenti come strumento per arrivare a una riduzione della produzione dei rifiuti”.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...