Concorso di Poesia

Rapisarda e Stanco rilanciano la Samb al secondo posto in classifica, Teramo battuto

SAN BENEDETTO – La Samb batte il Teramo con un perentorio 2-0 e si riappropria del secondo posto in classifica in attesa della gara Reggiana- Bassano in programma domani Alle 20.45. Una prestazione tutta sostanza quella di Tomi e compagni con una partenza sprint che ha annichilito l’udici dell’ ex Ottavio Palladini. Capuano deve fare a meno di Esposito infortunato e preferisce Mattia a Conson in difesa, con Di Massimo a fianco di Stanco in avanti. Come al solito è Bellomo a giocare tra le linee. L’ex Alessandria è ispiratissimo e dai suoi piedi partono gli assist per le reti di Rapisarda e Stanco.

Il Teramo si presenta al Riviera senza il capitano Speranza sostituito da Milillo e con il 3-5-2 con Gondo e Bacio Terracino che hanno il compito di tenere in apprensione la retroguardia di casa con il compito di guastatori in avanti. La Samb prende subito in mano il pallino del gioco ed al 10’ pt passa in vantaggio. Bellomo vede dalla sinistra l’ottimo inserimento di Rapisarda che in spaccata non dà scampo a Calore. Il terzino rossoblù esulta esponendo la maglia dell’ infortunato Pegorin.

La risposta del Teramo dopo cinque minuti con Gondo che cerca il colpo di tacco su assist di Varas, ma Perina è attento. Ma al 24’ la Samb raddoppia. L’azione parte da un corner per il Teramo. Di Massimo recupera palla e s’invola centralmente. Il numero sette rossoblù serve Bellomo che vede Stanco solo al limite dell’ area abruzzese L’ex Modena non ci pensa due volte, rasoiata di destro e palla in fondo al sacco. Al 40’ pt è Bacio Terracino ad impegnare nella deviazione a terra l’attento Perina.

Ad inizio ripresa Capuano inserisce Bacinovic per l’infortunato Marchi, mentre Palladini sostituisce De Grazia con l’ex Tulli passando ad un più offensivo 3-4-3. Teramo alla ricerca del gol può riaprire la partita con la Samb invece pronta a colpire con le ripartenze. Al 3’ un colpo di testa di Gondo viene bloccato centralmente da Perina. Ci provano, poi Ilari e Tulli ma senza esito. Al 17’ è fenomenale Perina. Prima respinge una punizione del neo entrato Panico (ha preso il posto di Gondo) e poi ferma con il colpo il comodo tap in di Milillo salvando la baracca. Evidente la posizione di off side del difensore del Teramo non segnalata dall’ assistente di Capone di Palermo.

Passato il pericolo, Capuano rinforza la mediana inserendo Candellori per l’ottimo Bellomo con il reparto che così acquisisce  più. Palladini risponde con Sandomenico al posto di Varas giocandosi così il tutto per tutto. Fuori anche Stanco e Di Massimo, dentro Miracoli e Valente. Ed è proprio quest’ultimo con una fucilata dai venti metri a scaldare i guanti a Calore. Alla mezzora è Sandomenico a colpire l’esterno della rete con un pericoloso diagonale. Al 36’ una bella incursione di Valente sulla sinistra viene chiusa in uscita da Calore.

Ultima sostituzione per Capuano, dentro Conson, fuori Mattia con i crampi, mentre Palladini inserisce Fratangelo e Amadio per Bacio Terracino e Graziano. Al 41’ st Rapisarda esalta le qualità acrobatiche di Calore con una velenosa mezza girata. Nei cinque minuti di recupero concessi da Capone di Palermo non succede praticamente nulla.

Bella l’accoglienza riservata dalla Curva Nord Massimo Cioffi ad Ottavio Palladini. Striscioni e cori per l’ex calciatore e tecnico rossoblù.. “Chi per questi colori ha lottato non sarà mai dimenticato. Ottavio uno di noi”. Ad inizio gara, invece gli ultras hanno voluto ricordare i 95 anni compiuti dalla Samb undici giorni fa.  “04-04-1923-04-042018, sempre e per sempre, dalla stessa parte, mi troverai”.

SAMB (3-4-1-2): Perina 7; Mattia 6 (37’ st Conson sv) Miceli 6,5 Patti 6,5; Rapisarda 8 Gelonese 6 Marchi 6 (1’ st Bacinovic 6) Tomi 6; Bellomo 7 (18’ st Candellori 6); Stanco 7 (25’ st Miracoli sv)  Di Massimo 6,5 (25’ st Valente 6). A disp. Aridità, Ceka, Di Pasquale, Demofonti, Tirabassi, Austoni. All. Capuano 6,5

TERAMO (3-5-2): Calore 6,5; Sales 6 Caidi 6 Milillo 5,5; Ventola 5,5 Graziano 5,5 (37’ st Amadio sv) De Grazia 5 (1’ st Tulli 5) Ilari 6Varas 6 (25’ st Sandomenico sv); Gondo 6 (14’ st Panico 6) Bacio Terracino 6 (37’ st Fratangelo 6). A disp. Ricci, Pietrantonio, Castagna, Diallo, Faggioli. Mancini. All. Palladini 6

ARBITRO: Capone di Palermo 6

Guardalinee: Mansi-Parrella

RETI: 10’ pt Rapisarda, 24’ pt Stanco

AMMONITI: Bacio Terracino (T), Rapisarda (S), Stanco (S)

NOTE: Spettatori 4.361 di cui 400 provenienti da Teramo per un incasso 54.076 ero. Angoli 4-3 per il Teramo. Recupero: 1’ pt, 5’ st

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...