Recupero con l’Arezzo, Zironelli suona la carica: “Samb, è l’occasione per svoltare”

SAN BENEDETTO – “E’ una partita che conta tanto, abbiamo l’occasione per svoltare”. Questo l’imprimatur di Mauro Zironelli nel presentare il recupero di domani pomeriggio di Arezzo (fischio d’inizio ore 15). “Vincere –aggiunge il tecnico della Samb- significherebbe riaccendere l’entusiasmo anche se lo si può constatare solo con lo stadio pieno. Contro il Legnago non siamo riusciti a prendere la boccata d’ossigeno che volevamo e perciò dobbiamo andare ad Arezzo e non lasciare nulla di intentato”.

Zironelli, per il match con i toscani, sta pensando ad un turn over. “Sicuramente –dice- farò qualche cambio. Maxi Lopez ad è esempio è rientrato dopo venti giorni di stop e non posso usuralo. Non voglio tornare alla situazione che ho trovato al mio arrivo con diversi indisponibili. Da qui a Natale sarà importante lavorare con tutti Restano a casa solo i tre indisponibili e cioè Goichoechea, Bacio Terracino e Scrugli. Penso che contro l’Arezzo giocherà Enrici per far rifiatare un po’ Di Pasquale”.

Sulla formazione toscana ecco il Zironelli pensiero. “Il club granata ha fatto due campagne acquisti. Una col direttore sportivo e l’atra successiva in queste settimane. H una rosa ampissima che però ha potuto giocare poco, La Samb andrà ad Arezzo con l’intento di dare tutto. E’ una partita –conclude il tecnico rossoblù- che conta tanto e vogliamo superare la stanchezza. Lo ripeto, vogliamo dare una svolta al nostro campionato”.

Zironelli torna con la mente al match di domenica scorsa con il Legnago. “Ho visto –analizza- un cambio di ritmo nei miei ragazzi, soprattutto nella gestione del pallone. La velocità con cui si fa correre la palla determina la categoria in cui si può giocare. E questo i ragazzi lo stanno capendo. I nostri attaccanti hanno qualità importanti e possono farci svoltare ma non deve essere una croce da addossargli addosso. Tutta la squadra è chiamata fare arrivare dei palloni migliori ai nostri avanti, a pensare più velocemente e arrivare per primi sulla palla. Ci metterei la firma per avere ogni domenica tutte le occasioni che ci sono capitate con il Legnago. Abbiamo anche preso sei pali in cinque partite e prima o poi avremo maggiore fortuna anche in queste situazioni”.

Zironelli, infine si sofferma sulle prestazioni dei singoli. “Masini si è allenato molto bene. Con me non aveva mai giocato ma è entrato ed è stato decisivo. Questo è ciò che cerco e voglio e cioè la fame agonistica. Shaka Mawuli è un giocatore molto duttile che dà il meglio quando può inserirsi in avanti a fari spenti. Contro il Ravenna l’ho provato più avanti ma è un esperimento da non ripetere perché il ragazzo ha bisogno di avere campo  davanti per inserirsi. Inoltre abbiamo un calciatore importante come Ruben Botta che è stato bravo a servire gli esterni e ad allargarsi lui stesso come nel cross che ha portato al pareggio di Masini. A volte si abbassa troppo  ma questo è un suo marchio di fabbrica e a 30 anni è difficile da togliere”.

E sarà proprio Ruben Botta a guidare la Samb anche ad Arezzo con questa volta Nocciolini al suo fianco. A meno che Zironelli non opti per Lescano che, quando ha giocato da titolare, si è sempre messo in mostra con buone prestazioni. Arezzo-Samb sarà diretta da Matteo Gualtieri di Asti (Trischizza-Micalizzi, quarto uomo Feliciani di Teramo). Il fischietto piemontese ha diretto la Samb nella passata stagione nella sconfitta per 1-0 con la Fermana del 3 febbraio 2020.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...