Riapertura delle scuole: il saluto agli studenti del Fermano del presidente della Provincia Michele Ortenzi

FERMO – Domani riaprono le scuole nelle Marche. Il saluto agli studenti fermani del presidente della Provincia Michele Ortenzi e del consigliere delegato Pisana Liberati.

“Care studentesse e cari studenti, rivolgiamo a voi che vi accingete a riprendere le attività didattiche o che iniziate un nuovo percorso, a nome dell’Amministrazione Provinciale di Fermo, un affettuoso augurio di buon lavoro per un proficuo anno scolastico.

Da questo anno è possibile, finalmente, rivedere i vostri sorrisi e insieme tornare alla normalità, a quella socialità necessaria per la vostra crescita personale e professionale.

La ripartenza di un paese non può prescindere da politiche che mettono la scuola al centro dello sviluppo di una nazione; è per questo che l’Amministrazione provinciale sta lavorando per garantirvi, con la programmazione della rete scolastica e i lavori dell’edilizia scolastica, i corsi di studio richiesti dal mercato del lavoro e gli spazi idonei per una didattica innovativa.

Diversi sono i progetti formativi che, come Amministrazione Provinciale di Fermo, realizzeremo durante questo anno, in accordo con tutte le qualificate componenti scolastiche e voi ragazze e ragazzi, per offrirvi una scuola sempre più inclusiva e rispondente alle vostre esigenze.

Ricordiamo, a questo proposito, che nella Provincia di Fermo è attivo l’Osservatorio Permanente sui disturbi specifici dell’apprendimento e dell’inclusione scolastica, esempio qualificato di sinergia e di collaborazione tra Enti ed Associazioni e unica realtà regionale e tra le poche in Italia, che si interessa anche degli altri bisogni educativi speciali.

Sono stati consegnati a vostri dirigenti spazi e laboratori all’avanguardia, sia nell’ambito della sicurezza che nel rispetto ambientale, che verranno implementati nei prossimi anni grazie a fondi che saremo in grado di intercettare. Diverse scuole, inoltre, hanno installato impianti per la ventilazione meccanica controllata per la massima sicurezza sanitaria dei nostri alunni, fortemente voluti e finanziati dalla Regione Marche, determinando l’ormai famoso a livello nazionale “modello Marche”.

Rivolgiamo, infine, un affettuoso augurio di buon lavoro ai dirigenti scolastici, a tutto il corpo docente, al personale scolastico, ai genitori e agli amministratori pubblici che contribuiscono a rendere la scuola un luogo di trasmissione di formazione, di esperienza e di relazioni sociali nel quale voi siete attori fondamentali”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...