Ricostruzione, un accordo per accelerare la concessione dei contributi

ASCOLI PICENO – Rendere più snelli e veloci i tempi di erogazione delle somme concesse a titolo di contributo per la riparazione degli edifici danneggiati dal sisma del 2016.

Con questo intento è stata rafforzata la convenzione “Plafond Sisma Centro Italia” sottoscritta tra l’Associazione Bancaria Italiana e la Cassa Depositi e Prestiti sulle regole per la concessione da parte delle banche di finanziamenti agevolati, garantiti dallo Stato, per la ricostruzione dei territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpiti dagli eventi sismici a partire dal 24 agosto 2016.

«Una sottoscrizione importante – spiega Leo Crocetti presidente del Collegio Geometri e G.L di Ascoli – affinchè sia data un’accelerazione ai tempi di erogazione delle somme concesse a titolo di contributo per la riparazione degli edifici danneggiati dal sisma del 2016. Questo accordo rappresenta una risposta concreta alle istanze dei cittadini e delle imprese che operano nel nostro territorio per quanto riguarda i tempi di pagamento e tutte le esigenze inerenti una fase della ricostruzione che non può prescindere dall’efficienza del sistema finanziario».

In particolare l’accordo, che si configura come un “addendum” alla convenzione siglata dalle banche nel 2016 con CDP, l’Istituto pubblico che gestisce il Plafond sisma Centro Italia, con le risorse stanziate dal bilancio pubblico per il ripristino degli immobili privati, punta a migliorare e rendere più rapidi i pagamenti connessi alla ricostruzione.

In particolare, le modifiche riguardano, tra l’altro, i seguenti aspetti: l’introduzione di una seconda data di erogazione della provvista Cdp nei mesi di agosto e dicembre di ciascun anno (originariamente ne era prevista una sola nei mesi di dicembre e agosto); la riduzione dei giorni a disposizione delle banche (da 5 a 3 giorni) per effettuare i pagamenti, tramite bonifico, degli interventi ammessi a contributo in favore dei soggetti che operano su incarico del beneficiario per la realizzazione degli stessi (ad esempio, imprese edili, professionisti).

Le modifiche, comunicate alle banche con specifica circolare Abi, sono già in vigore. La convenzione e i relativi allegati, come modificati a seguito delle novità apportate dall’Addendum, sono pubblicati sul sito internet dell’Abi (www.abi.it) e della Cdp (www.cdp.it).

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...