Riordino delle Province e servizi, i Presidenti marchigiani si incontrano

Riordino delle Province e servizi, i Presidenti marchigiani si incontrano

I Presidenti delle Province delle Marche si sono riuniti per esaminare i problemi connessi con il mantenimento dei servizi erogati ai cittadini ed alle imprese, nelle fasi di approvazione e successiva attuazione della legge regionale di riordino delle funzioni delle Province.

Con una nota, già trasmessa ai diversi destinatari, hanno chiesto al Consiglio Regionale delle Marche, in occasione della imminente approvazione della variazione di bilancio, di destinare una
rilevante quota delle somme risultanti dalla revisione dei residui al mantenimento dei servizi gestiti dalle Amministrazioni Provinciali e cioè le scuole, la viabilità provinciale, l’ambiente e il territorio.

E’ stato evidenziato che in difetto dei richiesti finanziamenti, le Province saranno nell’impossibilità di garantire lo svolgimento dei servizi fondamentali per le collettività amministrate in un momento di particolare crisi della società e dell’economia marchigiane.

I Presidenti con la medesima nota, hanno rivolto un appello ai Consiglieri Regionali perché
si facciano carico dei problemi dei territori e adottino una variazione di Bilancio funzionale al
mantenimento dei servizi, ai Sindaci perché condividano le forti preoccupazioni delle Province
che non dispongono di risorse finanziarie per affrontare adeguatamente la grave situazione in cui
versano strade, scuole e assetto idrogeologico di tutto il territorio delle Marche, alle Organizzazioni Sindacali affinché sostengano la presente richiesta nei confronti della Regione, assumendo tutte le opportune iniziative.

Hanno, altresì, comunicato che saranno presenti alla prossima seduta del Consiglio Regionale
quando verranno poste in discussione la proposta di legge di riordino delle funzioni delle Province e quella di variazione del bilancio, per ribadire le legittime richieste delle Province ed hanno invitato tutto il personale delle Province a sostenerle anche con la presenza al prossimo Consiglio Regionale.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento