Rischio sanzioni per gli impianti termici, le imprese della CNA di Ascoli Piceno unite per tutelare famiglie e aziende

ASCOLI PICENO – Per fare il punto sulle ultime novità in materia di sicurezza degli impianti termici, nel pomeriggio di ieri, lunedì 4 settembre, gli imprenditori attivi nel settore dell’impiantistica e della termoidraulica associati alla CNA di Ascoli Piceno hanno preso parte a una riunione di direttivo discutendo insieme degli adempimenti necessari previsti dalla legge regionale.

Come già evidenziato nel corso delle ultime riunioni, infatti, le ispezioni già effettuate nelle province del nord delle Marche hanno evidenziato delle significative carenze in termini di documentazione, con particolare attenzione rivolta alla Dfm (Dichiarazione di Frequenza delle Manutenzioni), sanzionate con multe a carico di cittadini e manutentori.

Di fronte a una problematica che nelle prossime settimane potrebbe coinvolgere anche gli impianti termici della nostra provincia, la CNA di Ascoli Piceno ha prontamente avviato un dialogo con gli enti preposti al controllo delle installazioni per far luce sulle modalità operative delle ispezioni e sugli adempimenti necessari per garantire alle famiglie il rispetto degli standard di sicurezza previsti dalla legge.

In questo senso, pur condividendo la necessità degli enti locali di portare avanti le opportune verifiche, a partire dalle istanze promosse dagli installatori l’associazione ha presentato una serie di proposte utili a sanare in tempo utile eventuali inadempienze e tutelare gli utenti, come la modifica del testo normativo e una maggiore proporzionalità nelle sanzioni.

Nel corso della riunione, gli imprenditori hanno ribadito l’obiettivo comune di continuare a mettere a disposizione della cittadinanza impianti sicuri e in regola, collaborando con le istituzioni per individuare insieme le soluzioni più opportune a una situazione potenzialmente spiacevole e informando tempestivamente aziende e cittadini della necessità di provvedere alla regolare manutenzione degli impianti.

L’incontro, fortemente voluto dal presidente CNA Impianti Termoidraulici Ascoli Piceno Daniele Clerici, ha rappresentato anche l’occasione ideale per condividere con gli imprenditori del settore difficoltà e problematiche che ad oggi condizionano la quotidianità professionale della termoidraulica, rafforzando una rete di imprese al servizio del cittadino per garantire aggiornamento, manutenzione e sicurezza degli impianti.

«Abbiamo scelto di promuovere un momento di confronto tra addetti ai lavori per discutere insieme di un tema estremamente attuale, su cui, pur agendo in buona fede e nel rispetto dei clienti, anche gli installatori più attenti e scrupolosi rischiano di trovarsi in difetto – dichiarano il presidente Daniele Clerici e Daniele Gladioli, responsabile CNA Impianti Ascoli Piceno – Nonostante le difficoltà, l’associazione e gli imprenditori credono fermamente nel rispetto delle regole, agendo ogni giorno da autentici professionisti della sicurezza nelle nostre case.

Dialoghiamo costantemente con gli enti preposti e attendiamo con fiducia novità importanti nel giro di poche settimane. Nel frattempo confermiamo il nostro impegno al servizio delle famiglie, invitandole a consultare il proprio manutentore di fiducia per verificare la regolarità degli impianti».

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...