Rivoluzione in casa Samb: esonerato il diesse Vittorio Cozzella, interruzione bonaria con il tecnico Fabio Prosperi

SAN BENEDETTO- Tanto tuonò che piovve. Maxi rivoluzione in casa Samb. Nel giro di 24 ore è stato completamente stravolto l’assetto tecnico rossoblù. La prima testa a saltare questa mattina è stata quella del diesse Vittorio Cozzella. Dopo i fatti verificatisi prima della stracittadina col Porto d’Ascoli a Monteprandone, il dirigente campano aveva fatto perdere le proprie tracce. Non aveva seguito più la Samb e neppure è stato presente agli allenamenti dei rossoblù.

E questa mattina dopo una notte di riflessione ecco la decisione del presidente Roberto Renzi che ha portato alla rimozione di Cozzella con un comunicato stampa di poche righe. “La A.S. Sambenedettese comunica di aver sollevato Vittorio Cozzella dal ruolo di Direttore Sportivo della prima squadra. A Cozzella la società augura le migliori fortune personali e professionali per il futuro”.

Ma la rivoluzione iniziata in mattinata ha trovato il suo apice nel pomeriggio con l’esonero del tecnico Fabio Prosperi. Una decisione che era nell’aria dopo la sconfitta di Agnone con la Vastese e la contestazione dei tifosi alla squadra. Ma soprattutto sono stati i numeri a condannare il tecnico pescarese. Solo cinque i punti totalizzati dalla Samb nella sua gestione con la formazione rossoblù che è passata da avere solo quattro lunghezze dalla prima in classifica in piena zona retrocessione. Addirittura questa mattina Prosperi aveva diretto l’allenamento e nel pomeriggio ecco l’esonero.

“La A.S. Sambenedettese -si legge nella nota stampa del club rossoblù- comunica di aver interrotto bonariamente il rapporto con l’allenatore della prima squadra Fabio Prosperi. La decisione è stata presa di comune accordo con il tecnico al termine di una riunione con i vertici societari. Il club augura al mister le migliori fortune personali e professionali per il futuro. Contestualmente, si comunica che Emanuele Vassalli non ricoprirà più il ruolo di preparatore atletico della prima squadra”.

Azzerato, quindi, lo staff tecnico. Ed ora si attendono le decisioni di Renzi. Bisognerà innanzitutto vedere se il patron rossoblù vorrà farsi di nuovo affiancare da un direttore sportivo nella direzione della squadra. In questo caso potrebbe ritornare in auge Riccardo Solaroli che nella passata stagione fu il consulente di mercato di Renzi. Scendono, invece, le quotazioni di Stefano de Angelis lo scorso anno al Campobasso. Libero da impegni c’è anche l’ex rossoblù Max Fanesi benvoluto dalla piazza. Tutto, comunque è nelle mani di Renzi.

Per quanto riguarda l’allenatore, alcuni rumor parlano di un colloquio tra Renzi e Sante Alfonsi, il tecnico esonerato per fare posto a Prosperi. In tribuna al Riviera ci sono sempre stati parecchi allenatori. Ma arrivati a questo punto alla Samb serve un tecnico di esperienza che conosca la categoria e che tenga la navicella rossoblù in linea di galleggiamento fino al mercato di dicembre. E tra questi c’è l’ex centrocampista della Samb della Serie B Guido Di Fabio. Domani è un altro giorno, quello delle decisioni.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...