Samb, dalla linea verde positivi riscontri. Mattia: “A Modena per fare risultato”

SAN BENEDETTO – “La meglio gioventù”, film di Marco Tullio Giordana, può accostarsi alla Samb che ha affrontato l’ Albinoleffe. Ben cinque under in campo, due in difesa Mattia e Di Pasquale e addirittura tre in avanti Vallocchia, Sorrentino e Di Massimo, con una media età nel reparto offensivo di 21 anni. Anche sul cambio in attacco Sanderra si è affidato ad un altro giovane Latorre (classe ’96) al posto di Di Massimo. Il tecnico non ha paura ad affidarsi alla linea verde che, d’ altro canto, sta confermando di avere una certa affidabilità. Sorride anche la società che, per quanto riguarda il minutaggio dei giovani, rientra nel lotto delle formazioni che possono aspirare al contributo previsto dalla Lega Pro.

La nota lieta della trasferta di Bergamo viene dalla coppia centrale Mattia-Di Pasquale. Due ’96 che stanno crescendo in modo esponenziale. “Io e Di Pasquale –dice Simone Mattia– ci conosciamo bene perché lavoriamo insieme tutti i giorni. A Bergamo siamo scesi in campo senza il preconcetto che fossimo giovani o altro. Non ho avuto difficoltà con lui ed insieme abbiamo fatto una buona prestazione. L’essere usciti con la porta inviolata non è un caso. Entrambi abbiamo guidato la difesa e nessuno di noi due voleva prevalere sull’altro che è una cosa che avrebbe portato negatività. Al contrario, ci siamo dati una mano. In un gruppo c’è bisogno dei giovani, degli esperti, insomma di tutti. Contro l’Albinoleffe c’è stata meno brillantezza in avanti, ma tutti gli attaccanti hanno svolto un grande lavoro di copertura e chiusura. Da fuori non è così evidente ma ci aiuta moltissimo in fase difensiva”.

Mattia archivia la gara di lunedì scorso e guarda alla trasferta di Modena di sabato prossimo. “Contro l’Albinoleffe –è sempre il giovane difensore rossoblù che parla- è arrivato un buon punto. Andremo a Modena per cercare di vincere, come sempre. Sarà una partita difficile, ma ci stiamo preparando al meglio. Loro vorranno conquistare i tre punti per chiudere il discorso salvezza. La Samb, invece, dovrà più forte dei gialloblù e mettere in campo tanta rabbia agonistica. Il futuro? Rimanere qui per me sarebbe un’ottima cosa. Tifosi, società, città: è tutto bellissimo a San Benedetto”.

Bacinovic. Il centrocampista rossoblù ha patteggiato quattro mesi di reclusione, convertiti con lavori socialmente utili da svolgere a San Benedetto del Tronto. Questa la sentenza del Tribunale di Lanciano. L’episodio risale a quando militava in terra frentana e fu fermato intorno alle 2 di notte lungo viale delle Rose a Lanciano, mentre guidava la sua Audi Q7 con un tasso alcolico superiore a 1,5. Gli venne ritirata la patente e sequestrata l’auto. Dopo la sentenza il mezzo è stato confiscato.

Tifosi. Il Modena per la gara contro la Samb, aderisce all’ iniziativa “Porta due amici allo stadio”. Il possessore della tessera del tifoso, potrà così acquistare altri due biglietti per chi ne è sprovvisto.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento