Samb, dopo la festa è già futuro. Palladini confermato e nuovo direttore sportivo

SAN BENEDETTO – Non si è spenta la eco dei festeggiamenti per il ritorno della Samb in Lega Pro. Una giornata indimenticabile, quella vissuta dal popolo rossoblù. Prima il corteo dei tifosi dal vecchio Ballarin al Riviera delle Palme, poi il successo sulla Jesina ed infine la festa spontanea al Pese Alto. Una serata da incorniciare che cancella tutte le amarezze vissute tre anni fa, quando dopo avere vinto il campionato di serie D, la Samb non si iscrisse in Lega Pro a causa della mancata presentazione della fideiussione richiesta. Il sodalizio del Riviera delle Palme ripartì di nuovo dall’ Eccellenza ma con l’arrivo nell’ agosto 2015 di Franco Fedeli ecco che il riscatto si è subito materializzato.

Ora mancano quattro turni al termine del campionato e poi ci sarà da disputare la poule scudetto. L’occasione per Palladini per testare tutto l’organico a sua disposizione ed alla società per fare le sue valutazioni. Ma il pensiero di Franco Fedeli va già al prossimo campionato di Lega Pro. Il primo punto fondamentale, fissato dal patron rossoblù è la conferma di Ottavio Palladini. “La nostra intenzione è di proseguire con lui –dice Fedeli- una persona seria e dedita a lavoro. E poi come tutti gli uomini ha un difetto. E cioè quello di volere vincere, il mio. Per questo motivo andiamo d’accordo e andremo avanti insieme”.

Per il patron romano è la quarta promozione da dirigente, la prima, però, da quando è proprietario unico di una società. Dopo Terni, Arezzo e Perugia ecco la Samb. “Una cosa –aggiunge il patron- che mi emoziona maggiormente anche perchè non la condivido con gli altri soci. Ma con la mia famiglia, e tutti i collaboratori. Un plauso voglio farlo a mio figlio Andrea che si è speso tanto per la causa rossoblù”.

Altro tassello che Fedeli è chiamato a completare è quello che riguarda il direttore sportivo. I nomi che circolano sono sempre gli stessi. Angelo Maria Fabian e Sandro Marcaccio. A loro, oggi, si aggiunge anche Vittorio Cozzella. “Inizieremo subito –è sempre Fedeli che parla- per trovare la figura migliore. Deve essere un grande conoscitore di calcio e che sappia ben dirigere tutto lo staff. Anche perché voglio allestire una squadra competitiva anche in Lega Pro, sperando –conclude- di poter primeggiare anche nel prossimo campionato”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento