“Samb, non molliamo”, Mirco Miceli suona la carica. Altra ammenda di mille euro

SAN BENEDETTO – La rinnovata compatezza difensiva della Samb ha determinato il cambio di marcia dei rossoblù che nelle ultime sei partite si sono tirati fuori dai bassifondi della classifica ed ora sono a ridosso della zona play off. Tra i protagonisti anche il centrale Mirco Miceli.

“Non si tratta -dice -di un discorso di singoli e quindi questa inversione di rotta non è merito né mio né di Pegorin o degli altri difensori. Il fatto è che ora c’è un atteggiamento tattico diverso che coinvolge tutta la squadra. Venivamo da un momento negativo e ne stiamo uscendo fuori. Anche personalmente le cose non sono andate per il meglio ma mi sono sempre impegnato al massimo ed è stato molto importante farmi trovare pronto quando sono stato chiamato in causa”.

Sul suo momento personale, Miceli la pensa così. “Quando ad inizio stagione sei considerato un punto fermo e poi vai in panchina -spiega il centrale rossoblù- un po’ di sofferenza la subisci ed è normale. Non è facile restare seduti, guardare gli altri e non dare il tuo contributo alla causa della Samb. Situazioni che nel calcio si verificano spesso ma allo stesso tempo si fa parte di un gruppo. L’importante è farsi trovare pronti quando si viene chiamati in causa. E così è stato nel mio caso”.

Ma dove può arrivare questa Samb? “Due mesi fa -risponde Miceli- ci davano tutti per retrocessi ma ci stiamo tirando su, dimostrando il nostro valore. Ora non bisogna abbassare la guardia. Non mi va di parlare di posizioni. Siamo un gruppo formato da calciatori di valore ed è giusto puntare in alto e aspirare a posizioni di classifica decisamente migliori”.

Sabato prossimo la Samb sarà di scena a Gubbio, una squadra che con l’arrivo in panchina dell’ ex Nanu Galderisi ha ritrovato il giusto smalto. “Gli umbri -analizza Miceli- sono diretti da un tecnico esperto come Galderisi e sono in ripresa. Una squadra pericolosa in attacco e sarà quindi una gara in cui dovremo prestare la massima attenzione. Ogni partita è una prova e l’unica cosa da fare è mettere in pratica ciò che facciamo nel corso della settimana”.

Giudice sportivo. Ammenda di mille euro per la Samb perché “propri sostenitori introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un petardo e lanciavano sul terreno di gioco numerose bottigliette di plastica vuote, il tutto senza conseguenze”.

Settore giovanile. Buon 1-1 della Samb Berretti a Caserta. I babies rossoblù hanno pareggiato grazie ad un rigore trasformato da Rossi. Sabato prossimo al Merlini è in programma il derby con l’Ascoli. Doppio successo entrambi per 4-2 contro il Potenza nei tornei Under 17 e Under 15. Nel primo incontro sono andati a segno Domizi, Rea, Rango e Ronci, nel secondo Scarponi e Di Girolamo con due doppiette a testa. Questi tornei riprenderanno il prossimo 13 gennaio con la Samb che opsiterà il Teramo.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...