Samb, parla Andrea Fedeli. “Inutile blindare Mancuso, merita categorie superiori. Ora pensiamo a battere il Bassano”

SAN BENEDETTO – “Una vittoria tonificante che serve a tutto l’ambiente, società, squadra e tifosi”. Andrea Fedeli è rinfrancato dopo il successo di Bolzano. “Le tre sconfitte consecutive –aggiunge l’ amministratore delegato rossoblù- avevano lasciato il segno. Dopo la gara con il Forlì la delusione era grande anche se con Venezia e Parma siamo stati noi ad agevolare il loro successo. Perdere ieri avrebbe messo in dubbio anche le certezze che avevamo ad inizio stagione così come il programma che avevamo stilato”.

Fedeli, con il Sud Tirol c’è stata anche una risposta caratteriale da parte della squadra.

“Ho visto leggeri miglioramenti in tal senso anche se ancora accusiamo qualche passaggio a vuoto che mette in discussione la prestazione. Ma anche sotto il profilo del gioco qualcosa di nuovo si è visto”.

Bacinovic è in crescita ma c’è anche la sorpresa Mattia che dopo avere balbettato con il Venezia a Bolzano ha disputato una discreta prestazione.

“Armin è in crescita di partita in partita e questo è di buon auspicio per il futuro e soprattutto in prospettiva play off. Anche a Parma stava giocando bene ma poi lo hanno azzoppato dopo venti minuti. Mattia, invece, è una piacevole sorpresa. Per caratteristiche fisiche non è adatto a marcare attaccanti prestanti sotto il profilo fisico. Ma possiede una buona forza esplosiva ed è un ’96 di nostra proprietà. Un giocatore futuribile”.

E poi c’è la superstar Leonardo Mancuso.

“Ormai è destinato a palcoscenici più importanti e siamo tutti contenti per lui”.

Non sarebbe stato il caso di blindarlo a novembre, quando già si vedeva il suo stato di grazia?

“I quattro gol di Bolzano non aggiungono nulla alla stagione straordinaria di Mancuso. Da tempo è lontano contrattualmente da San Benedetto. Non avrebbe avuto senso tenerlo in Lega Pro anche perché davanti ad un’offerta di categoria superiore non si può fare nulla. Anche sotto il profilo economico, con un ragazzo di quasi 27 anni non è che ci si guadagni così tanto. Non vogliamo bruciargli questa opportunità, può andare via tranquillo. Un ragazzo straordinario che risponde sempre egregiamente sul campo nonostante le voci di mercato”.

Si parla di un interessamento della Samb per il centrocampista del FeralpiSalò Andrea Settembrini.

“Un buon calciatore ma non ci abbiamo nulla a che fare. Però può essere un’idea per il futuro”.

In società c’è una nuova figura, Francesco Panfili.

“E’ uno dei collaboratori e che mi segnalano i calciatori opzionabili con cui mi confronto spesso. In futuro non ci sarà alcun direttore sportivo, andremo avanti in questo modo”.

Fedeli, Samb al settimo posto. L’obiettivo è quello di migliorare l’attuale classifica.

“Questo è il nostro giusto livello. Abbiamo già affrontato Venezia e Parma gli alieni del campionato ma oggi non dobbiamo guarda  più in là della gara col Bassano. I veneti vengono da cinque sconfitte consecutive ma all’ andata ci strapazzarono. Non credo che la cessione di Falzerano abbia determinato un così grande sconquasso. E poi dobbiamo ritrovare il feeling con il Riviera. Dobbiamo tornare a vincere in casa”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento