Concorso di Poesia

Samb, parla Damonte: “Battere il Forlì per mettere fieno in cascina”. Nei recuperi, vincono Gubbio e Maceratese

SAN BENEDETTO – Il passato è stato Luca Berardocco, il futuro sarà Armin Bacinovic ma chi si sta godendo il presente è Loris Damonte. Il centrocampista rossoblù si sta ritagliando uno spazio importante nello scacchiere disegnato da Stefano Sanderra. Dopo la positiva prova col Gubbio ecco il bis di Fano. “Sono un calciatore della Samb –dice Damonte- ed il mio compito è quello di allenarmi bene nel corso della settimana e poi giocare al meglio quando sono chiamato in causa. Cerco di dare sempre il mio contributo a prescindere da Berardocco o Bacinovic”.

Damonte, ha trovato la posizione giusta nel centrocampo a tre.

“In questa stagione abbiamo sempre giocato col 4-3-3. In passato sono stato impiegato a volte come mezzala e a volte davanti la difesa. Quest’ultimo è un ruolo in cui mi trovo bene. Se poi ci abbiniamo il fatto di giocare tre, quattro partite di fila ecco che si acquisisce maggiore fiducia ed aumenta anche il valore della prestazione”.

In passato è stato tra i più bersagliati dagli strali del presidente Fedeli ed è stato tra i papabili a lasciare la Samb.

“Onestamente ho imparato ad isolarmi dalle situazioni esterne al terreno di gioco e quindi mi faccio scivolare addosso tutto. Il presidente, poi, esterna le sue impressioni a fine partita e non sta a me commentarle. Ciò che conta è la prestazione”.

Cosa è cambiato nella Samb da Palladini a Sanderra?

“Il cambio dell’ allenatore determina sempre una scossa a livello psicologico, ma il modulo tattico è lo stesso così come le cose richieste nel corso degli allenamenti. Non ho visto tante differenze tra i due. Entrambi sono ottimi allenatori. Rispetto a prima abbiamo conseguito qualche risultato positivo in più. Nel calcio, si sa, è questione di momenti”.

La classifica è tornata a sorridere.

“Siamo contenti anche perché venivamo da un periodo in cui avevamo conquistato pochi punti. E’ molto importante avere ripreso un percorso importante. Ora ecco il Forli e poi ci attenderà un ciclo terribile come nel girone di andata. Bisogna mettere fieno in cascina”.

Damonte, il Forlì non verrà a vestire i panni dell’agnello da sacrificare.

“Una squadra che ci aveva messo in difficoltà nella gara di andata e che, dopo avere attraversato un momento difficile si è ripresa alla grande, inanellando una serie di vittorie importanti. Affronteremo un Forlì in salute e sarà una gara difficile come tutte le altre”.

Recuperi. Il Gubbio ha sconfitto per 1-0 il Lumezzane, mentre con lo stesso punteggio la Maceratese ha liquidato la pratica Modena. Gli umbri, ora sesti, staccano la Samb di tre lunghezze (i rossoblù scivolano all’ ottavo posto), mentre i biancorossi di Giunti salgono all’ undicesimo posto in classifica a due punti dal decimo posto che vale i play off.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento