Concorso di Poesia

Samb, riaccendi i motori. Dopo tre sconfitte consecutive i rossoblù a Bolzano per riprendere la marcia

SAN BENEDETTO- E’ partita di buon ora la Samb questa mattina da Roccaporena. Destinazione Bolzano dove domani incrocerà i tacchetti con il Sud Tirol. Una gara fondamentale per le prospettive play off dei rossoblù anche in considerazione delle tre sconfitte consecutive subite. Il ritiro in terra umbra deve essere servito per cementare il gruppo ma anche a Stefano Sanderra per valutare tutta la squadra e soprattutto l’atteggiamento tattico da adottare contro i biancorossi altoatesini. Nel corso delle ultime partite, il tecnico rossoblù dal 4-3-3, ha provato vari assetti per ritrovare quella compattezza difensiva che via via è andata smarrendosi.

Le dieci reti incassate nelle ultime quattro partite ne sono la testimonianza eloquente. Errori su errori che hanno determinato questo score estremamente negativo. Ma come invertire la tendenza? Neppure con la difesa a cinque messa in campo contro il Venezia ha cambiato le cose. Sarà un fatto di uomini non al meglio della condizione o che attraversano un momento no? Le risposte ci saranno solo a Bolzano contro una squadra che dopo avere battuto il Modena punta al bis casalingo contro la Samb.

I rossoblù, d’altro canto non possono permettersi ulteriori passi falsi. Anzi è ora che tornino a fare risultato per chiudere una volta per tutte la questione salvezza. A quota 41-42  è garantita la permanenza in Lega Pro. E quindi mancherebbero tre, quatto punti per chiudere il cerchio e per poi vedere di centrare la migliore posizione per i play off. Al Druso di Bolzano, Sanderra tornerà al 4-3-3 ma con attori diversi. Possibile l’inserimento dei giovani Di Pasquale in difesa e Candellori a centrocampo, con il tridente offensivo che vedrà Sorrentino punto di riferimento in avanti supportato da Mancuso ed uno tra Vallocchia e Di Massimo. Insomma una Samb di corsa.

Bolzano evoca tristi ricordi. Nel campionato 2001-2002  i rossoblù incapparono in una pesante sconfitta per 4-0 che costò la panchina al tecnico Enrico Nicolini. Il patron Luciano Gaucci andò su tutte le furie ed affidò la Samb a Stefano Colantuono e Italo Schiavi, mandando, poi, tutti in ritiro in un’ amena località umbra. Da lì ecco la striscia di nove vittorie consecutive che portarono la Samb dalla zona play out al quinto posto e poi al ritorno in C1. Corsi e ricorsi storici con la speranza che proprio nello stadio altoatesino i rossoblù riprendano la loro marcia.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento