Concorso di Poesia

Samb sconfitta a Bassano: rossoblù poco incisivi ma l’errore di Tomi spiana la strada al successo dei veneti

BASSANO DEL GRAPPA – La Samb esce con le ossa rotte dal Mercanti di Bassano. Un 2-0 netto ed inequivocabile per i padroni di casa che si sono dimostrati superiori nell’arco dei novanta minuti. I rossoblù nella prima frazione di gioco si sono limitati a chiudere i varchi senza mai rendersi pericolosi dinanzi a Grandi. Una sconfitta che ci sta tutta e che permette al Bassano di portarsi a tre lunghezze da Conson e compagni. Un risultato che sta benissimo anche al Padova sconfitto a Trieste per 1-0. Ormai le dirette inseguitrici giocano a farsi male da sole permettendo alla capolista anche di perdere qualche partita.

Il Bassano ha costruito il suo successo sull’ intensità della manovra e su una maggiore convinzione nei propri mezzi. Anche se nel primo tempo è stato ben controllato dai rossoblù si era già vista la maggiore fisicità dei giallorossi e soprattutto la determinazione con cui hanno giocato sin dal primo minuto. La Samb, invece, è rimasta a guardare con Stanco lasciato solo lì davanti, senza poter toccare un pallone giocabile. Ci ha provato solo Valente da fuori area ma senza esito. Per il resto è stato il Bassano a fare la partita.

Una gara che si è spaccata all’ 8’ st grazie all’erroraccio di Tomi. Il terzino rossoblù si fa rubare palla come un pivello da Bizzotto che riesce così a fornire l’assist vincente a Minesso che in mezza girata non dà scampo a Perina. Rotto l’equilibrio, Capuano si gioca tutte le carte a sua disposizione. Al 13’ st fuori Stanco, Gelonese e Tomi ed al loro posto ecco Miracoli, Bacinovic ed Esposito con Valente che si sposta sull’ out mancino di centrocampo. La manovra migliora e la Samb diventa più propositiva. Il Bassano si difende con ordine non disdegnando di colpire con le ripartenze. I rossoblù per due volte cercano di impensierire Grandi. Prima è Esposito che viene contrato nel momento della conclusione da Bizzotto e poi è Rapisarda dal limite a non centrare il bersaglio.

Ma sono i padroni di casa ad avere la più chiara occasione per raddoppiare con Minesso al 16’ st che solo  nell’area della Samb  spedisce incredibilmente sul fondo. Collella rinforza la mediana prima inserendo Salvi per Bianchi e poi Gashi al posto del fantasista Venitucci. Ed al 25’ la Samb sfiora il pari. Cross morbido di Valente dalla sinistra, Marchi si inserisce bene ma il suo colpo di testa sfiora il palo. Capuano si gioca anche la carta Di Massimo per Bellomo ma senza esito. Il Bassano fa buona guardia ed al 40’  raddoppia. Azione personale di Gashi che dal limite lascia partire un sinistro millimetrico che si spegne  nell’angolino basso alla destra di Perina proteso in tuffo. E la partita finisce qui.

BASSANO (4-3-2-1): Grandi 6; Andreoni 5,5, Pasini 6, Bizzotto 6,5, Karkalis 6; Bianchi 6 (18’ st Salvi 6), Botta 6 Proia 6 (28’ st Zonta sv; Venitucci 6,5 (23’st Gashi 6,5) Minesso 7; Diop 5,5 (28’ st Fabbro sv). A disp. Costa, Piras, Barison, Fabbro, Bonetto, Tronco, Stevanin, Zappelloni, Romagna. All. Colella 6,5

SAMB (3-4-1-2): Perina 6; Conson 6, Miceli 6, Patti 6; Rapisarda 6,5 Gelonese 6 (13’ st Bacinovic 5,5) Marchi 6 Tomi 4,5 (13’ st Esposito 5); Bellomo 6 (28’ st Di Massimo sv); Valente 6,5, Stanco 5 (13’ st Miracoli 5,5). A disp. Aridità, Ceka, Mattia, Di Pasquale, Demofonti, Candellori. All. Capuano 6

ARBITRO: D’ Apice di Arezzo 6

RETI: 8’ st Minesso, 40’ st Gashi

Note: Spettatori mille circa di cui un centinaio provenienti da San Benedetto del Tronto. Amm. Stanco (S), Bellomo (S), Diop (B), Proia (B),Karkalis (B), Andreoni (B), Bacinovic (S). Angoli 3-2 per il Bassano.   Rec. 1° tempo 1’, 2° tempo 3’.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...