Samb sconfitta dalla Vastese sprofonda in zona retrocessione, a rischio la panchina di Fabio Prosperi

AGNONE- Un gol di Bracaglia a cinque minuti dal termine, condanna la Samb alla sconfitta con la Vastese. Un passo falso che fa sprofondare la formazione rossoblù in piena zona play out, scatenando la contesta dei 150 tifosi giunti ad Agnone. Ormai il rapporto tra i supporters rivieraschi e la proprietà è praticamente compromesso Anche in terra molisana Roberto Renzi è stato contestato mentre del diesse Vittorio Cozzella da tempo si sono perse le tracce. Così come la squadra che è andata a prendersi la sua dose di insulti nel settore riservato ai tifosi ospiti. Non c’era però Fabio Prosperi, espulso al terzo di recupero.

Ad oggi il tecnico pescarese sale prepotentemente sul banco degli imputati anche perché contro la Vastese si è vista una squadra senza nerbo, incapace di costruire gioco. Sono i numeri a condannare Prosperi. Cinque miseri punti conquistati in sei partite. Ha preso la Samb a quattro lunghezze dal primo posto ed ora il club del Riviera delle Palme ne ha ben dodici di distacco. Necessaria, quindi un’inversione di rotta. Dimissioni o esonero, è necessaria l’ennesima svolta. La palla passa quindi al presidente Renzi.

Intanto la Samb prosegue nel silenzio stampa. Una decisione ancora una volta senza capo né coda. Con una piazza in rivolta sarebbe stata cosa buona e giusta che qualcuno, soprattutto il presidente, ci mettesse la faccia. Ed invece nulla di tutto ciò. Ci si trincera nel silenzio evitando il confronto con gli organi di informazione e soprattutto con la tifoseria che aspetta ancora da parte di Renzi una risposta sulla mancata iscrizione alla Serie C. Insomma il futuro della Samb è sempre più nero.

Prosperi contro la Vastese con ferma testardamente il 3-4-3. Fuori Lulli per infortunio ecco che il suo posto è preso dal fedelissimo del tecnico abruzzese Acunzo a fianco di Tassi al rientro, Feliz Rabacal e Viscardi. In attacco ecco Proia- Vita e Umile. Panchina per due senatori del gruppo rossoblù come Angiulli e Cardella.

E’ la paura a farla da padrona nel primo tempo. La Vastese prova a rendersi pericolosa sulle corsie esterne con i rossoblù che chiudono bene i varchi. Le due squadre sembrano volerci provare più con conclusioni da fuori area che con azioni manovrate, ma senza alcun esito.

Nella ripresa al 2’ è la Vastese ad avere la prima occasione da rete con Di Nardo che da posizione ravvicinata calcia addosso a Guerrieri. La Samb?Qualche scorribanda sulle corsie esterne con Del Giudice, estremo difensore aragonese, praticamente inoperoso. Al 21’ st la Vastese va di nuovo vicina al vantaggio. Punizione di Di Nardo, Guerrieri respinge corto con Conson che evita che Busetto possa effettuare il tap in vincente. E si va avanti così con gli abruzzesi più convincenti. Al 38’ st una conclusione a giro di Emili termina alta sulla traversa. E due minuti dopo ecco il gol vittoria della Vastese. Umile si perde in marcatura Bracaglia che da dentro l’area di rigore batte Guerrieri. E sulla Samb scende la notte.

VASTESE (3-5-2): Del Giudice; Mazzotti, Orchi, Montebugnoli; Chrysovergis (44’ st Gomes), Greselin (34’ st Moinchillo), Favo, Maiorano, Sansone (34’ st Bracaglia); Busetto, Di Nardo (26’ st Calì). A disp. Pittaresi, Romano, Valerio, Tracchia, Menna. All. Lucarelli

SAMB (3-4-3): Guerrieri; Mauthe (43’ st Angiulli), Conson, Agostinone; Feliz Rabacal, Tassi (24’ st Emili), Acunzo, Viscardi; Proia, Vita (25’ st Cardella), Umile (43’ st Boti)., A duisp. Corci, Murati, Migliorini, Zaffagnini, Marras. All. Prosperi

ARBITRO: Campagni di Firenze

Guardalinee: Meraviglia-Pignatelli

RETE: 40’ st Bracaglia

Note: Spettatori 300 circa di cui 150 provenienti da San Benedetto. Espulso al 48’ st il tecnico della Samb Fabio Prosperi. Amm. Mauthe (S), Orchi (V). Angoli 5-3 per la Vastese. Rec. 2’ pt, 4’ st

 

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...