San Benedetto: con la Carmen torna l’ opera al Paese Alto, all’alba il concerto Aurora Picena

SAN BENEDETTO – Domenica 19 agosto San Benedetto del Tronto sarà protagonista di una giornata all’insegna della musica di qualità. Si inizia alle ore 5,30 con il concerto all’alba “Aurora Picena”: l’evento (che doveva tenersi il 15 agosto ma è stato rinviato a causa del maltempo) avrà luogo sulla battigia antistante la concessione balneare numero 13, (Lungomare Trieste n. 27), dove si esibirà il Quartetto d’Archi “Antonio Vivaldi”, che interpreterà con maestria un bellissimo programma con celeberrime musiche di Vivaldi, Verdi e Bizet.

In serata, alle ore 21.30 in piazza Sacconi al Paese Alto si proseguirà con una Carmen carica di sensualità tra lussuose voci liriche, ballerini di flamenco e guizzanti strumenti , quella messa in scena dal Comune di San Benedetto in collaborazione con l’Istituto Vivaldi e dalle Associazioni Amici del Paese Alto di S.Benedetto del Tronto ed Incontri d’Opera di Fermo

Il collaudatissimo format ideato dal regista-musicologo Paolo Santarelli, che introdurrà tutte le scene musicali dell’opera con preziose narrazioni, sarà arricchito da costumi teatrali di tradizione, indossati da cantanti di eccezionale bravura.

Nel ruolo di Carmen il soprano Patrizia Perozzi (il ruolo della protagonista è stato nella storia della lirica interpretato sia da mezzosoprani sia da soprani, basti ricordare i celeberrimi soprano Anna Moffo e Maria Callas ed in tempi più recenti la sfavillante Angela Georghiu). Ad affiancarla un giovane tenore drammatico di grande spessore scenico e vocale Dario Ricchizzi. Il cast si chiude con l’Escamillo di Alessandro Battiato (baritono), artista dalla luminosa carriera e una giovane promessa della lirica italiana il soprano Agnese Gallenzi, nei panni di Micaela.

Il Quartetto “Antonio Vivaldi” sarà accompagnato al pianoforte dal maestro concertatore Davide Martelli. Primi ballerini: il coreografo Tommaso Clementi e Valentina Sopranzi. Lo spettacolo è ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti. In caso di maltempo lo spettacolo avrà luogo al Teatro Concordia.

Carmen, il capolavoro di Georges Bizet considerata opera nazionale francese, è una storia d’amore e morte, che tocca i vertici più alti della drammaticità. Anche se oggi “Carmen” è considerata una delle più belle Opere Liriche, alla sua prima non piacque agli spettatori ed alla critica. Il lavoro era troppo carico di intensità drammatica per piacere al pubblico dell’epoca; l’intreccio della storia venne giudicato immorale, per la presenza di zingari, contrabbandieri e fuorilegge e con un finale sanguinoso.

Essa narra la storia di un amore che nasce, cresce e muore in cuori ardenti ed impetuosi. La protagonista è un personaggio complesso: è civettuola e seducente nella voluttuosa habanera del primo atto (l’Amour est un Oiseau Rebelle), funerea (nell’Aria delle Carte), fatale e spavalda, come un’eroina delle tragedie classiche, nell’epilogo finale quando sembra offrirsi al coltello di José.

La storia già di per sé è bellissima, con la musica di Bizet ricca di colore nei motivi pittoreschi e folcloristici, nelle danze popolari e nelle canzoni, piena di impeto, di ardore, di contrasto fra i festosi motivi zingareschi e l’incalzare drammatico dell’azione, diventa un vero capolavoro, trascinante ed avvincente.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...