San Benedetto: il concerto di fine anno di Giuliano Palma diventa un caso politico, interrogazione del consigliere Pd Capriotti


SAN BENEDETTO – Il consigliere comunale del Partito Democratico Tonino Capriotti ha presentato una interrogazione a risposta orale al sindaco Pasqualino Piunti e al presidente del Consiglio Comunale Giovanni Chiarini, avente come oggretto il concerto in piazza di fine anno di Giuliano Palma.

“Il 5 ottobre – scrive l’esponente democrat- all’ ufficio protocollo (n. 62293), veniva depositata una proposta di artisti tra i cui nomi c’era proprio quella di Giuliano Palma per l’importo dettagliato di 27mila euro cachet artista, 6mila euro impianto più copertura palco, 2mila euro alloggio più cena per un totale massimo di 35mila euro. L’ assessore rispose di non essere interessato al progetto, senza fare riferimento al costo e si indirizzò verso lo spettacolo di Lorenzo Fragola proposto da un’altra agenzia”.

“Può dirci -prosegue Capriotti- chi era l’agenzia che propose lo spettacolo di Fragola e come era la sua proposta accolta a suo tempo? Successivamente tornando sui suoi passi, questa amministrazione ha deciso di riprendere in considerazione lo spettacolo di Giuliano Palma. Per quale motivo non è stata ricontattata l’agenzia che il 5 ottobre aveva presentato l’offerta, chiedendogli una riduzione del costo? Successivamente lei ha dichiarato che “quando Palma ci venne offerto la prima volta il costo era di 40mila euiro, ora invece il prezzo è di 30mila euro”. Inoltre le chiedo, si è chiesto perchè a novembre per lo spettacolo del 31 dicembre gli artisti costano un po’ meno che a settembre?”

Ed ancora. “Ho letto che lo spettacolo di fine anno non è organizzato dal Comune, anche se mi sembra che lei sia stato molto attivo nella contrattazione e nella scelta dell’ agenzia. Ci può spiegare cosa è successo? E può dirci la spesa dettagliata della manifestazione?”.

Capriotti conclude così la sua interrogazione. “Un’ ultima cosa mi incuriosisce. Mi può dire quali procedure usate nella scelta di fornitori o prestatori di servizii nei confronti del Comune? Sa, essendo denaro pubblico, ci tengo affinchè siano effettuate le scelte in modo trasparente e nel rispetto della libera concorrenza e della correttezza commerciale e del buon padre di famiglia che, nel caso specifico, non mi sembra siano state rispettate”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...