San Benedetto, confronto in Comune con il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale ing. Garofalo sui progetti per lo sviluppo dello scalo sambenedettese


SAN BENEDETTO – Questa mattina il sindaco Antonio Spazzafumo ha ricevuto il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale, ing. Vincenzo Garofalo, accompagnato dal comandante della Capitaneria di Porto, Capitano di Fregata Marco Mancini. All’incontro hanno preso parte anche gli assessori Antonio Capriotti, Bruno Gabrielli e Domenico Pellei oltre al consigliere comunale Umberto Pasquali e il consigliere di amministrazione di “Sviluppo Europa Marche Srl” – SVEM Tablino Campanelli.

Il tema al centro della visita è stata la collaborazione tra l’Autorità e il Comune nella realizzazione di interventi e progetti nell’area portuale cittadina. Il sindaco Spazzafumo ha infatti sottolineato l’intenzione dell’Amministrazione di agire per dare nuovo valore all’area portuale, non solo con interventi di potenziamento del settore ittico, come quelli in corso al mercato ittico all’ingrosso, ma anche sostenendo le attività collaterali già presenti, come l’ittiturismo e  il pescaturismo, e introducendo strutture ricettive e d’intrattenimento, il tutto tramite progetti condivisi con l’Autorità e nel rispetto delle previsioni del Piano regolatore del Porto.

“La pesca – ha detto il sindaco – è l’attività principale del nostro porto e tale deve restare. L’area tuttavia ha il potenziale per offrire molto più ai cittadini e ai visitatori che vengono a San Benedetto, per questo vorremmo dare spazio anche ad altri aspetti che arricchirebbero la zona, aumentandone il valore e il prestigio”.

L’assessore al piano del porto Bruno Gabrielli ha poi illustrato la volontà di vedere realizzato il terzo braccio e ha annunciato l’intenzione di presentare un progetto per la realizzazione di un Centro di ricerca nell’area portuale, coinvolgendo le realtà accademiche del territorio, il Centro Nazionale delle Ricerche – CNR e altri attori e portatori d’interesse. Il centro avrebbe la prospettiva di occuparsi non soltanto di ricerche in ambito marittimo, ma di estendere il suo campo di azione ad altri settori che, a vario titolo, insistono sulle attività connesse al mare.

Infine, l’assessore alle politiche comunitarie Domenico Pellei, riprendendo l’episodio delle parole di lode spese da Papa Francesco per l’opera dei pescatori locali nella lotta all’inquinamento, ha parlato delle intenzioni dell’Amministrazione comunale di proporre progetti in ambito PNRR, ma a valere anche su altre fonti di finanziamento, per interventi volti alla tutela dell’ambiente e dell’ecosistema marino.

Il presidente dell’Autorità Vincenzo Garofalo si è complimentato per le proposte ascoltate e ha manifestato piena disponibilità ad offrire il contributo dell’Autorità nel portarle avanti sottolineando la necessità che i  progetti siano coerenti con la vocazione e con la storia dell’area portuale sambenedettese, coinvolgano le associazioni di categoria e si caratterizzino per offrire prospettive di sviluppo sia alle attività che insistono sul porto sia alla realtà sambenedettese nel suo complesso.

“Il porto di San Benedetto del Tronto è punto focale dell’economia del mare e di tutto il territorio  – ha detto il presidente Garofalo -. È nostro compito valorizzare le caratteristiche di questo scalo in un’ottica di sistema portuale lavorando in piena collaborazione con le istituzioni, la Capitaneria di Porto e gli operatori portuali per favorire lo sviluppo di opportunità di crescita”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...