San Benedetto del Tronto – Corruzione e falso, tre arresti eccellenti

Sergio Spina

Arrestati ieri mattina tre nomi noti nel panorama sambenedettese: l’imprenditore Sergio Spina, l’ingegnere Ennio Sanguigni e il maresciallo della Guardia di Finanza Alberto Camposeo.
Nel mirino dei Carabinieri la vendita di un terreno fronte mare a Cupra Marittima da Spina a Camposeo per una cifra ritenuta dagli inquirenti troppo modesta, appena 10.000 euro per un terreno di 227 mq. Tanto modesta da essere considerata una “mazzetta” in cambio di informazioni riservate che il maresciallo in forza alla Caserma di San Benedetto del Tronto all’epoca dei fatti avrebbe passato al costruttore ed ex presidente della Samb Spina.
L’accusa per i due è quindi quella di corruzione mentre per l’ingegner Sanguigni, estensore della perizia tecnica sul terreno, si parla di falso e riciclaggio.
I fatti risalirebbero all’anno 2007 e per questo, secondo gli avvocati, dovrebbero essere già caduti in prescrizione.
Spina e Camposeo rigettano entrambi le accuse parlando di due compravendite separate per porzioni di lotto diverse, ognuna pagata per proprio conto dagli imputati.
La misura cautelare a Marino del Tronto fa riferimento al pericolo di inquinamento delle prove ma i legali hanno già chiesto la scarcerazione immediata.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento