Concorso di Poesia

San Benedetto del Tronto: Sorge: “Insensato paragonare dati sul turismo con Senigallia, capacità ricettive diverse”

Margherita Sorge

Commenta i dati sul turismo 2014 l’assessore Margherita Sorge ponendo l’attenzione sul confronto di numeri fatto tra San Benedetto del Tronto e Senigallia due città, sottolinea l’assessore, dalla capacità ricettiva piuttosto diversa:

“Colgo l’occasione della presentazione dei dati turistici della Regione Marche per l’anno 2014 per ribadire che San Benedetto del Tronto ha avuto un ruolo primario nella tenuta dei flussi turistici regionali incrementando arrivi e presenze anche rispetto agli anni passati.

Tutta la Provincia di Ascoli Piceno, di cui San Benedetto ha l’80% della capacità ricettiva, ha segnato un incremento in termini di arrivi (+ 1,14%) e presenze (+ 5,66%) maggiore rispetto alle altre province delle Marche.

Nei giorni scorsi sono usciti sulla stampa articoli che confrontavano i dati turistici di Senigallia con quelli della nostra città evidenziando un flusso complessivo maggiore in quella cittadina rispetto a San Benedetto.

Questo dato però va letto prendendo in considerazione la differente capacità ricettiva delle due località. A tal proposito, bisogna tener presente che il numero dei posti letto complessivi (esercizi alberghieri e complementari) della città di Senigallia è di circa 2.500 unità superiore rispetto a quello di San Benedetto. Per dare un’idea, a Senigallia sono attivi 15 campeggi contro uno solo operante nella nostra città. E’ evidente come questo fattore incida in maniera determinante sulla differenza registrata.

Per quanto riguarda arrivi e presenze del solo settore alberghiero, San Benedetto è avanti a Senigallia per arrivi, ma soprattutto per presenze, e questo nonostante Senigallia abbia 77 alberghi contro i 73 di San Benedetto. Questo differenziale si ritrova in un altro importante indicatore, quello che misura l’occupazione annua dei posti letto, cioè il parametro che misura l’utilizzo dei posti letto nel corso dell’anno. Questo indicatore è di 22,87 giorni per Senigallia e di 25,66 per San Benedetto.

Con questo non si vuole sminuire il ruolo che Senigallia recita nel panorama del turismo marchigiano, ma soltanto invitare gli osservatori ad una lettura più attenta dei dati e ribadire il ruolo da protagonista che San Benedetto storicamente recita nell’accoglienza regionale e nazionale e che, come si vede, anche i dati ufficiali 2014 confermano.”

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento