San Benedetto: gli operatori turistici del lungomare Trieste acquisteranno le nuove rastrelliere per le bici

SAN BENEDETTO – Piena sintonia tra concessionari di spiaggia e amministrazione comunale. Così si può sintetizzare l’incontro tenutosi martedì pomeriggio tra gli operatori turistici del lungomare Trieste, il sindaco Pasqualino  Piunti, il dirigente settore lavori pubblici Farnush Davarpanah e il consigliere comunale Emidio Del Zompo. Oggetto del summit il tema dell’arredo del tratto riqualificato del lungomare nord.

Agli operatori è stata data l’opportunità di partecipare al restyling attraverso l’installazione di nuove rastrelliere per le biciclette funzionali al nuovo arredo. Una operazione che consentirebbe di rendere stilisticamente omogeno tutto il tratto riqualificato in vista dell’ inizio della stagione estiva a fronte di una spesa di 450 euro a testa per potere acquistare i porta biciclette da piazzare all’ altezza dei rispettivi stabilimenti balneari.

“Tutti dalla stessa parte –dichiara soddisfatto Giuseppe Ricci, presidente di Itb Italia- per noi imprenditori balneari, di fronte all’ investimento fatto per il nuovo lungomare è doveroso dare un contributo per la riqualificazione così come è stato fatto a Porto d’Ascoli. Il lungomare è il biglietto da visita della città e mantenerlo all’altezza della sua fama dovrebbe essere un impegno di ogni sambenedettese”.

“Saranno strutture omogenee –aggiunge Sandro Assenti della Confesercenti- con il Comune che provvederà a contattare la ditta. In passato gli operatori di Porto d’Ascoli fecero la stessa cosa ed il gesto fu apprezzato. Abbiamo dimostrato che quando serve ci siamo”.

“L’unità di intenti da parte di operatori e amministrazione comunale –conclude il sindaco Pasqualino Piunti– è un ulteriore passo in avanti per completare l’opera di riqualificazione avviata e per far si che la nostra città torni ad essere la regina del turismo marchigiano ed un punto di riferimento a livello nazionale”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...