San Benedetto, i consiglieri del Gruppo Misto Falco e Curzi entrano nella Lega Salvini Premier

SAN BENEDETTO – I consiglieri comunali del Gruppo Misto Rosaria Falco e Marco Curzi entrano unfficialmente nella Lega Salvini Premier. Una decisione che “giunge -si legge nella nota stampa- dopo molti mesi di valutazione, confronto e dialogo assiduo con i responsabili locali del partito e con le istituzioni territoriali e regionali. Una decisione presa dopo aver potuto riscontrare una totale disponibilità ed apertura della Lega sui temi che riteniamo cruciali per la nostra città, ed una sostanziale convergenza sui nostri principali obiettivi. Questi ultimi saranno tra i punti cardine del programma non solo elettorale, ma soprattutto operativo, che verrà meglio esposto nel proseguo, ma che, ben più di quello che sarà il nome del futuro candidato sindaco di centrodestra, ci stanno a cuore per cominciare davvero a programmare e costruire la San Benedetto che vivranno i nostri figli e nipoti tra trent’anni. Tra questi, a titolo esemplificativo,

-tutta la zona dell’ex stadio Ballarin, quale area da valorizzare e dedicare al verde sportivo, al cicloturismo ed agli eventi, rendendo strategico ed attrattivo l’ingresso nord della nostra città, in sinergia con la limitrofa Grottammare;

-il percorso istituzionale e burocratico per la progettazione, il finanziamento e la realizzazione della metropolitana di superficie; l’iter per la provincia unica o per la provincia costiera;

-la valorizzazione e l’utilizzo ottimale del Palacongressi, in raccordo con lo sviluppo delle potenzialità ricettive non solo della città, ma anche della Riviera tutta;

-le nuove politiche per il turismo del futuro;

-l’avvio di una revisione totale dell’assetto urbanistico cittadino, stavolta iniziando subito dal nuovo Piano Regolatore Generale;

-la revisione delle società partecipate dal nostro Comune, in chiave di efficientamento dei servizi e razionalizzazione della spesa.

Abbiamo inoltre condiviso con la Lega una diversa visione dei  rapporti e delle sinergie territoriali, che vedano il nostro Comune come parte trainante di un tessuto composito, con politiche turistiche ed economiche complementari e raccordate con le altre cittadine della Riviera, dell’immediato entroterra e della vallata del Tronto, onde creare un indotto virtuoso e “circolare” di valorizzazione corale delle unicità vantate da ciascuna comunità. Questo in un’ottica non di competizione e antagonismo, che impoverisce ed isola, ma di coordinamento e condivisione delle risorse disponibili.

In primo piano naturalmente resta la questione del riassetto della sanità ospedaliera e territoriale, da riprogrammare e razionalizzare, e l’elaborazione di una proposta formale di indagini tecniche di fattibilità su alcune zone individuate sui confini cittadini, per poter sollecitare finalmente l’avvio dell’iter di edificazione di un nuovo ospedale costiero di primo livello, al servizio della costa, dell’immediato entroterra, ma anche delle vicine cittadine abruzzesi, portatrici di mobilità attiva, oltre ad una nuova e chiara rivisitazione dei rapporti e dei servizi rispettivamente forniti dalle qualificate strutture private insistenti sul territorio e dalla sanità pubblica, che vada a tutto vantaggio della completezza dell’offerta sanitaria agli utenti.

Data la nostra appartenenza sin dalla sua nascita al Comitato Salviamo il Madonna del Soccorso, e la nostra collaborazione convinta ed assidua alle iniziative messe in atto, abbiamo provveduto doverosamente ad informare i Fondatori del nostro ingresso nel partito, assicurando che se ovviamente, come previsto dallo Statuto, al momento della formalizzazione delle nostre eventuali candidature per le amministrative ci dimetteremo dal Comitato, continueremo a sostenerne le istanze in sede politica e a supportarne l’operato, come autorevole, obiettivo e diremmo unico, punto di riferimento del territorio in materia sanitaria.

Abbiamo trovato nell’ambito della Lega un ambiente aperto e propizio alla collaborazione, al gioco di squadra ed al confronto, che ci proponiamo di contribuire ad ampliare e rafforzare, con il fine precipuo ed inderogabile di far crescere la nostra città e l’intero territorio costiero, e di programmarne un futuro che non sia limitato alla durata di un mandato, ma che abbia riguardo a opere ambiziose su cui investire energie, senza sentirci limitati dai tempi occorrenti a realizzarle: solo in questo modo potremo avere, in futuro, una città non “improvvisata”, ma programmata come vivibile, attrattiva ed armonizzata, godibile da cittadini e turisti.

Naturalmente il nostro ingresso nel partito è stato approvato e salutato con entusiasmo dal capogruppo consiliare Lega ed amico Emidio del Zompo che ringraziamo, e con il quale non è mai mancato, pur da posizioni differenti, un costante dialogo.

Ringraziamo per la vicinanza e la fiducia anche i solleciti e onnipresenti Daniel Matricardi, responsabile per gli Enti locali e provinciali, Roberto Maravalli, Responsabile dei Tesseramenti Regionali Lega, Commissario cittadino di Ancona e Responsabile Cittadino Ascoli Piceno,  il prezioso, ostinato ed insostituibile Michele Silla (dietro l’obiettivo), Responsabile cittadino di Cupra Marittima e Responsabile dell’organizzativo provinciale, unitamente al Commissario Regionale Lega Augusto Marchetti ed all’assessore regionale Giorgia Latini.  Siamo infine certi -concludono Rosaria Falco e Marco Curzi- che si instaurerà un proficuo rapporto di dialogo e collaborazione sia con il commissario provinciale Lega Enrico Fioroni che con il commissario cittadino Laura Gorini .

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...