San Benedetto, inaugurata alla Palazzina Azzurra la mostra Abbronzatissima. Glamour e arte all’ombra delle palme

SAN BENEDETTO – E’ stata inaugurata questa sera alle ore 18, presso la Palazzina Azzurra la mostra Abbronzatissima. Glamour e arte all’ombra delle palme, organizzata dal  Comune di San Benedetto del Tronto, in collaborazione con l’Associazione Culturale Verticale D’Arte ed il professor Stefano Papetti. La mostra, che fa parte di un trittico inaugurato al grande pubblico lo scorso anno con Uomo in mare, è patrocinata dal Ministero dei Beni Culturali, dall’ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo, dalla Regione Marche e dalla Provincia di Ascoli Piceno.

Dopo il saluto del sindaco Pasqualino Piunti e dell’ assessore alla cultura Annalisa Ruggieri c’è stato il canonico taglio del nastro con le numerose persone che non hanno voluto mancare alla vernice e che poi hanno visitato l’esposizione. Presenti anche il consigliere regionale Piero Celani, il sindaco di Acquaviva Picena Pierpaolo Rosetti con l’assessore Barbara Riga, l’architetto Franco Marabelli curatore dell’ archivio Fiorucci e progettista dei negozi monomarca Fiorucci International e il titolare della Pin Up Jerry Tommolini.

Elisa Mori dell’Associazione Culturale Verticale D’Arte ha spiegato il percorso espositivo soffermandosi sul fatto che il collezionista Fiocchi abbia concesso un’ opera di Schifano per questa mostra. Hanno riscosso un grandissimo successo le opera realizzate dall’ artista americana Carole Feuerman che hanno attirato l’attenzione dei visitatori. La mostra resterà aperta da domani, domenica 17 giugno e fino al 16 settembre con ingresso gratuito e tutti i giorni dalle 18 alle 24.

Lo sguardo e l’approccio scelto nei confronti del percorso espositivo tematico di Abbronzatissima. Glamour ed arte all’ombra delle palme, ha l’intento di restituire allo spettatore uno sguardo incantato e divertito nei confronti di un immaginario estivo collettivo lontano nel tempo ma che è capace di essere codificato in modo efficace ancora oggi e di mostrare il proprio fascino intatto senza appannamenti di sorta.

Il tema indagato negli spazi della Palazzina Azzurra, ovvero quello della pelle dorata al sole, diventa un grande stereoscopio view – master multicolor indispensabile per viaggiare indietro e avanti nel tempo con flashback in bianco e nero o virati in seppia pronti a passare il testimone giocoso ai neon ed ai colori fluo degli anni della trasgressione in un unico e vivace racconto a più voci traboccante di memorabilia in cui ognuno ha la possibilità di rileggere un po’ del proprio passato, riconoscere tratti del proprio presente e catturare qualche frammento del tempo che sarà.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...