San Benedetto: iniziati i lavori di sistemazione del giardino di Villa Rambelli, cena di beneficenza per la raccolta di fondi

SAN BENEDETTO – Sono iniziati da pochi giorni grazie a un progetto ideato da Claudio Tribuiani e concretizzato dall’unione delle forze dell’amministrazione comunale, dell’associazione Antropos, dell’Asur Marche Area Vasta 5, delle cooperative Primavera, Natura Ambiente Cupra e Verde Cupra e del comitato di quartiere di Sant’Antonio, i lavori di sistemazione del giardino di Villa Rambelli, già famosa come Villa Cerboni dietro l’ospedale di San Benedetto.

In questo modo la città tra pochi mesi potrà godere di un nuovo spazio all’aria aperta nel quale ospitare eventi culturali e aggregativi. Per raccogliere fondi atti all’acquisto di attrezzature specifiche, è stata organizzata una cena benefica che si terrà domani sera alle 20.30 al ristorante dell’Hotel Calabresi.

«È un progetto di valore – ha detto l’assessore ai servizi sociali Emanuela Carboni – che permetterà a persone con disagio mentale di lavorare nel giardino della villa, che in primavera verrà aperto alla cittadinanza».

Il direttore amministrativo del presidio ospedaliero di Ascoli e San Benedetto Massimo Esposito ha portato i saluti e il plauso dell’Area Vasta 5. «Un patrimonio che viene restituito alla città – ha commentato – peraltro adiacente all’ospedale e che rappresenta per noi e per tutti un grande beneficio».

Il direttore del dipartimento di salute mentale, Marco Giri, ha invece sottolineato la grande opera di Mariella Marcheggiani, anche dopo il suo pensionamento e l’importanza di un lavoro che dona un beneficio reciproco per tutti i soggetti impegnati e per la città.

Erano presenti anche il presidente di Antropos Giacomo Calvaresi, Pietro Colucci del comitato di quartiere, Francesco Neroni della cooperativa Primavera e diversi volontari impegnati nel progetto come Roberto Bovara, Domenico Pellei ed Elisabetta Migliori.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...