San Benedetto, l’ assessore alla cultura Annnalisa Ruggieri relaziona la sua attività alla maggioranza

SAN BENEDETTO – Prosegue la serie di incontri tra gli assessori della Giunta Piunti e i consiglieri di maggioranza per un’analisi del lavoro svolto in questa prima parte del mandato. Ieri è stata l’assessore con deleghe a cultura, pubblica istruzione e politiche comunitarie Annalisa Ruggieri ad illustrare, con l’aiuto di slide, il lavoro svolto sinora.

Particolare evidenza è stata data al consenso ottenuto dalle ultime due stagioni teatrali, con il raggiungimento del limite massimo di 250 abbonati, l’introduzione di alcuni spettacoli in replica, gli incontri tra la cittadinanza e i protagonisti prima delle rappresentazioni. Anche il cinema è stato protagonista dell’attività dell’assessorato, con la novità assoluta di “Cinemalcentro” che ha riportato le proiezioni al Concordia e il successo della rassegna estiva all’aperto di “Cinema d’amare”.

Quanto alle attività espositive, Ruggieri ha evidenziato l’ottimo consenso ottenuto dalla mostra “Uomo in mare” dell’estate 2017 con 14mila visitatori alla Palazzina Azzurra, prima tappa di un progetto che porterà il complesso espositivo liberty, nel frattempo oggetto di importanti interventi di restauro, ad accogliere nella stagione estiva 2018 una mostra di mode e costumi in Riviera nel XX secolo. Il panorama delle attività culturali è stato completato dai lusinghieri risultati conseguiti da visite e attività didattiche del Polo museale del Mare e dagli accessi alla biblioteca estiva all’ex camping.

Per quanto riguarda il settore del diritto allo studio, l’accento è stato posto sulle attività volte a sostenere, con contributi ed esenzioni, le famiglie in difficoltà ma anche a recuperare l’evasione in materia di contribuzione per le mense scolastiche mentre sta per partire la gara europea per l’affidamento del servizio di scuolabus per il prossimo quinquennio.

Per quanto concerne i finanziamenti comunitari, Ruggieri ha messo in evidenza, tra i tanti, gli stanziamenti di 1,3 milioni del fondo FEAMP per la pesca nell’ambito delle attività del gruppo di azione costiera FLAG Marche sud e di 1,6 milioni per due progetti in materia di semplificazione delle procedure amministrative attraverso l’utilizzo dell’informatica e della rete, progetti che vedono uniti 64 Comuni del Piceno e del Fermano con San Benedetto capofila.

Infine l’assessore ha voluto porre l’accento su un progetto di grande rilevanza che è ormai entrato nella sua fase cruciale, quello di riqualificazione degli spazi del Museo ittico in chiave multimediale e di recupero dell’area archeologica della “Villa Marittima” al Paese alto per il quale il Comune ha ottenuto dalla Regione un finanziamento comunitario di 400 mila euro. La tempistica prevede che all’inizio del 2019 si aprano i cantieri che dovranno chiudersi entro l’estate del prossimo anno.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...