San Benedetto, La Boheme di Giacomo Puccini al Teatro Concordia

SAN BENEDETTO – “Sarà una Boheme picena a chilometro zero con produzione locale e musicisti locali, tutti laureati e con cantanti in carriera”. Così Daniela Tremaroli, direttrice dell’ Isituto Musicale Vivaldi presenta l’opera di Giacomo Puccini che verrà rappresentata sabato 22  dicembre alle ore 21  al Teatro Concordia.

“Paolo Santarelli -aggiunge la Tremaroli- è riuscito anche a portare a San Benedetto i costumi originali dell’ opera di Puccini che renderà la rappresentazione ancora più affascinante. Si tratta di un invito all’ opera in cui la voce narrante è estremamente gradita dal pubblico”.

La Boheme è stata eseguita in città, per la prima volta, nel 1933 presso il Teatro Virginia, all’ epoca collocato nell’ attuale complesso dei Padri Sacramentini. E poi nel 1947 al Concordia, nel 1967 quando fu messo in scena dalla compagnia d’opera viaggiante Carro Tespi ed infine nel 2011, sempre al Concordia, in una versione accompagnata al pianoforte.

Questa volta il compito di ammaliare con le arie pucciniane la platea sambenedettese è affidato al Quartetto A. Vivaldi composto da Piergiorgio Troilo (violino), Paolo Incicco (violino), Emiliano Fenucci (Viola), Daniela Tremaroli con al pianoforte Massimiliano Caporale. Patrizia Perozzi sarà Mimì, Agnese Gallenzi Musetta, Dario Ricchizzi Rodolfo, Alessandro Battiato Marcello. La narrazione, la regia ed i costumi sono a cura di Paolo Santarelli.

“L’opera lirica –è l’assessore alla cultura Annalisa Ruggieri che parla- rientra nell’ ottica di aprire il Teatro Concordia alle varie arti da ospitare al suo interno e grazie all’ Istituto Musicale Vivaldi riusciamo ad implementare l’offerta culturale da offrire ai cittadini. Guardiamo al passato  che ha fatto grande San Benedetto per vivere un grande presente ed immaginare un futuro importante a livello culturale per la nostra città. Chi ha l’onore e l’onere di amministrare deve anche presentare a tutti questi momenti importanti. Lo scorso anno al Concordia si registrò il sold out con La Traviata e ci auguriamo che questo successo si ripeta anche con La Boheme”.

“La collaborazione tra il Vivaldi e il Comune –spiegano Francesco Romano, presidente dell’ istituto musicale e Claudia De Angelis– è a 360 gradi e sta dando ottimi frutti sotto ogni profilo. Anche per quanto riguarda i corsi che teniamo che hanno positivissimi riscontri”.

L’ingresso è di 10 euro con il botteghino del Concordia che sarà aperto sin dalle 18 di sabato prossimo. C’è poi la possibilità di acquistare i tagliandi in prevendita anche presso il Caffè Florian. Al termine della Boheme ci sarà un brindisi augurale di Buon Natale con la città, offerto dalla ditta Caffè del Marinaio

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...