San Benedetto, l’omaggio a tutto il personale dell’ ospedale Madonna del Soccorso

SAN BENEDETTO – Inno d’Italia, bandiera tricolore e tanta commozione. Forze dell’ ordine, militari e autorità hanno reso omaggio questa mattina agli operatori sanitari del Madonna del Soccorso da parte delle autorità civili e militari. L’appuntamento è arrivato a pochi giorni dalla analoga e discussa manifestazione svoltasi al Mazzoni di Ascoli. Ma lasciando da parte le polemiche, è sentito il ringraziamento di tutti nei confronti di chi sta mettendo in gioco la propria vita per salvare gli altri.

Nel parcheggio antistante al Madonna del Soccorso erano presenti i Vigili del Fuoco, l’Esercito, la Polizia, la Guardia di Finanza, i Carabinieri, la Polizia Penitenziaria, la Polizia locale e la Capitaneria di Porto. Al dott. Cesare Milani, un rappresentante dei Vigili del Fuoco a nome di tutti ha donato un ulivo bonsai in “segno di gratitudine e di speranza per tutti noi e per la cittadinanza. Grazie San Benedetto, grazie ospedale Madonna del Soccorso”.

“Questa -dice il sindaco Pasqualino Piunti- è la fotografia più bella che San Benedetto possa esibire e sono onorato di rappresentare un tessuto sociale incredibile. Tutto il nostro ospedale Madonna del Soccorso ci fa vedere passione per il lavoro, professionalità ed anche solidarietà. Tutti insieme firmiamo questa cartolina. Grazie da parte del territorio e dei cittadini di San Benedetto”.

“Un grazie di cuore a tutti -afferma il dott. Cesare Milani direttore dell’ Area Vasta 5- ed alle forze dell’ ordine che con questo gesto simbolico ma siginificativo omaggiano tutti coloro che operano al Madonna del Soccorso. Dal 22 febbraio stiamo combattendo in Provioncia questa epidemia. Ringrazio il Prefetto con cui mi sento quotidinamaente per affrontare questa calamità, il personale sanitario, medico e tutti coloro che operano a San Benedetto, un ospedale che abbiamo dovuto riconvertire per i malati di coronavirus. Un mio pensiero va anche alle persone decedute ed ai loro familiari che non li hanno potuto visitare ed hanno sofferto molto di più per queste disavventure”.

La mattinata si è conclusa con un applauso  per tutti coloro che sono morti a causa del Covid-19 e per le loro famiglie, un applauso di speranza per tutti.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...