San Benedetto: macerie post sisma, dopo l’arrivo di Jimmy Ghione ecco le precisazioni del Comune


SAN BENEDETTO – La presenza della troupe di Striscia la Notizia con  Jimmy Ghione a Porto d’Ascoli nel quartiere Agraria non è passata inosservata. L’inviato del tg satirico era in Riviera per realizzare un servizio sull’ impianto di smaltimento dei rifiuti del terremoto in via Val Tiberina, chiamato da alcuni residenti. In tal senso si registra la nota stampa del Comune che fa chiarezza su tutta la situazione.

“Per la gestione degli inerti provenienti dalle aree colpite dal sisma 2016 -si legge- questa amministrazione si è prodigata con solerzia e massima attenzione. Lo dimostrano gli atti concreti sulla base dei quali ci si è mossi, a partire dalla lettera inviata al Prefetto di Ascoli Piceno, Ufficio Territoriale del Governo, in data 27/11/2017 prot. n.74230 con la quale si rappresentava “la preoccupazione di numerosi gruppi e comitati per la collocazione e gestione delle masse inerti provenienti dalle zone colpite dal sisma, con particolare riferimento  per la sicurezza delle zone interessate dal deposito e per i possibili effetti che ne possono derivare anche sulla salute pubblica e l’ambiente”.

“Con la stessa -prosegue la nota- si richiedeva al Prefetto di farsi promotore della indizione di una riunione di confronto tra le amministrazioni comunali e gli organi di vigilanza e controllo della Provincia interessati dalla problematica. Nella stessa data, con lettera prot. n. 74152, a firma del sindaco, è stata inoltrata una richiesta di appuntamento con il Ministro dell’ ambiente e della tutela del territorio On. Gian Luca Galletti che a distanza di soli 15 giorni, ha provveduto a ricevermi a Roma presso il suo ufficio al Ministero per trattare questo spinoso argomento insieme al vice sindaco Andrea Assenti e all’ assessore all’ ambiente Andrea Traini. In data 6/12/2017, con lettera indirizzata a firma del sindaco Pasqualino Piunti all’ ARPAM Dipartimento di Ascoli Piceno, di richiesta dell’ esito dell’ accertamento fatto dalla stessa. Tutti questi passaggi sono stati promossi sempre in stretta collaborazione con la Prefettura che in ogni occasione ha dimostrato grande attenzione all’ argomento”.

“Riteniamo -si legge a conclusione del comunicato -di avere fatto tutti i passi necessari per affrontare la problematica senza lasciare nulla al caso, nella consapevolezza che non bisogna assolutamente abbassare la soglia di guardia in attesa della definizione di tutti gli ulteriori passaggi necessari”.

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...