San Benedetto: Nell’oggi cammina già il domani. Percorsi educativi ed esperienziali per i giovani del Piceno, il progetto del Centro Culturale La Mongolfiera

SAN BENEDETTO – Il progetto del Centro Culturale La Mongolfiera dal titolo: “Nell’ oggi cammina già il domani. Percorsi educativi ed esperienziali per i giovani del Piceno”. è rivolto ai ragazzi dai 6 ai 14 anni ed è finanziato dalla Fondazione Carisap.

Si inserisce nel contesto socio- educativo della Provincia di Ascoli Piceno e propone percorsi educativi e formativi multimediali sia in ambito scolastico che extrascolastico nelle discipline della musica, dell’informatica, della lingua inglese, con la realizzazione di interventi che interesseranno anche l’attività fisica dei ragazzi, in uno sguardo globale al benessere ed alla loro crescita armonica, adottando modalità didattiche innovative ed esperienziali che interagiscono con le realtà contestualizzate nel territorio piceno.

Cresce infatti la consapevolezza che la promozione del benessere personale e relazionale, insieme all’adozione di comportamenti sani, includa il corretto uso degli strumenti tecnologici e propone in tal senso interventi integrati ed innovativi volti alla formazione delle nuove generazioni. La finalità della nostra proposta progettuale è la realizzazione di interventi che si integrino con l’offerta formativa presente nel territorio piceno, ma al contempo presentino elementi innovativi che attraggano l’interesse dei suoi destinatari e rappresentino per questi un punto di crescita e di apertura a modalità alternative e costruttive dell’uso delle nuove tecnologie.

I media hanno un ruolo importante nella quotidianità dei ragazzi, sia nelle relazioni sociali che nel modo di divertirsi e di comunicare. La LIM, strumento privilegiato per la realizzazione dei corsi proposti è una risorsa interattiva che introduce la tecnologia come elemento di realtà e complessità.

Verranno implementate metodologie che permettano l’utilizzo di un linguaggio comune e facilitante da cui scaturisca un dialogo interculturale ed un approccio immediato alle discipline scelte, anche per i ragazzi che vivono una condizione di svantaggio sociale o difficoltà di apprendimento, in continuità con l’esperienza maturata in seno alla nostra associazione, cui afferiscono anche minori con tali problematiche.

I programmi di didattica riguarderanno l’acquisizione di competenze in ambito linguistico con applicazioni interattive di lingua inglese, efficaci per la modernità delle proposte e stimolanti per la creazione di interazioni positive fra pari. Anche la didattica musicale si avvarrà di tecnologie interattive, le quali amplificano le potenzialità di ascolto e di apprendimento pratico della musica, promuovono la fantasia e lo spirito critico, favoriscono la messa in comune di gusti e preferenze musicali.

L’attivazione di un corso di attività motoria porrà le basi per la ricerca di alternative alla crescente immobilità dei ragazzi e incrementerà la passione per lo sport, quale luogo di una corretta socializzazione ed inclusione sociale. La trasmissione di conoscenze attraverso metodologie innovative ed un approccio educativo al digitale sono dunque le strategie di intervento individuate nel presente progetto, in una efficace intesa e cooperazione con la realtà scolastica del territorio.

La rete di partenariato è costituita da due Istituti comprensivi: l’ISC Nord di San Benedetto del Tronto e l’ISC di Cupra e Ripatransone ed inoltre dal Banco di Solidarietà “Riviera delle palme” di San Benedetto del Tronto.Presso l’ISC Nord di San Benedetto del Tronto si terranno le lezioni di informatica, facilitanti la comprensione del testo ed il potenziamento ortografico in allievi con disturbi dell’apprendimento, svolte dalla docente Serena Vagnozzi.

Presso l’ISC di Cupra e Ripatransone il corso di inglese dal titolo “Learning is fun”, proposto dalla docente Simona Tricomi, si avvarrà della LIM quale mezzo multimediale ed interattivo di apprendimento. Sempre a Cupra Marittima, la sede del doposcuola “La casa dei compiti” del Centro Culturale la Mongolfiera accoglierà il corso di educazione musicale dal titolo “Arcobaleno di suoni” attuato dal professore Guido Porrà, ed inoltre presso la palestra polivalente del Comune la dott.ssa Maria Paola Buttafoco svolgerà l’attività di psicomotricità, in un approccio globale alla formazione dei ragazzi della scuola primaria.

Completano il ventaglio di proposte formative il corso di informatica dell’ing. Simone Sciarroni ed il corso di inglese della prof Simona Capretti, per allievi delle scuole secondarie di I grado. Gli allievi saranno accolti presso il doposcuola “La casa dei compiti” con sede a Porto d’Ascoli. Costante sarà l’attenzione, da parte dei docenti, nel trasmettere e far sperimentare modalità costruttive dell’uso dei media informatici.

Il percorso formativo di ciascuna disciplina è strutturato in cicli di tre mesi ed avrà durata triennale. Riteniamo questa esperienza fruttuosa per tutti i partecipanti, nel suo valore educativo e sussidiario finalizzato alla crescita di competenze culturali e relazionali dei ragazzi di questa nuova generazione.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...