Concorso di Poesia

San Benedetto, il pontino lungo verrà chiuso nelle ore notturne, si valuta lo spostamento del capolinea dei busa

SAN BENEDETTO –Un confronto positivo e costruttivo quello andato in scena ieri sera tra i rappresentanti del Comitato di quartiere Marina-Centro e l’amministrazione comunale. Sul tavolo numerosi argomenti, primo fra tutti la movida molesta. In tal senso nel pomeriggio c’era già stato un summit tra il sindaco Pasqualino Piunti e il presidente Giovanni Filippini nel corso del quale erano state poste le basi per un incontro con il Prefetto di Ascoli Piceno che potrebbe svolgersi anche nella giornata odierna. Per il Comune erano presenti il vice sindaco Andrea Assenti, gli assessori Filippo Olivieri ed Andrea Traini e i consiglieri comunali Giovanni Chiarini e Pierfrancesco Troli ex presidente del comitato di quartiere.

Innanzitutto il pontino lungo verrà chiuso nelle ore notturne. In questo modo si eviterà il bivacco dei senzatetto e l’utilizzo da parte di bande di teppisti o quant’altro. In tal senso l’amministrazione comunale ha già stanziato un impegno di spesa di 3mila euro per la sua pulizia, per il potenziamento dell’ illuminazione e per il posizionamento delle due cancellate, rispettivamente al lato est ed al lato ovest. Lavori che potrebbero iniziare in brevissimo tempo. Si chiude così una questione estremamente delicata, la cui soluzione è stata richiesta a gran voce dal comitato di quartiere alla luce anche di spiacevoli episodi di cronaca che si sono verificati.

Altra problematica discussa è stata quello dello spostamento dei capolinea degli autobus dal piazzale della stazione. Sono state prospettate due ipotesi. La prima, già in ballo con la giunta Gaspari, che prevedeva l’utilizzo del parcheggio della ferrovia dietro pagamento di un affitto annuo. Una proposta che Ferrovie per l’ Italia non aveva accettato, puntando decisamente alla vendita dell’ area. Cosa bocciata dall’ amministrazione comunale per l’elevato costo. Oggi la nuova giunta tornerà di nuovo a trattare per l’affitto e nel caso in cui non andasse a buon fine, la seconda opzione potrebbe prevedere  lo spostamento del capolinea dei bus nel parcheggio a pagamento dinanzi all’ istituto Alberghiero Buscemi.

E’ stato posto, poi, l’accento anche sulla possibilità di utilizzare piazza Garibaldi come parcheggio o posteggio nei giorni di mercato per evitare così l’ingolfamento del traffico nella zona. L’ assessore Filippo Olivieri ha risposto  che sui 1.300 stalli complessivi solo 900 sono stati, finora, richiesti dagli ambulanti. Se il numero dovesse rimanere questo, allora si potrebbe pensare ad una piazza Garibaldi utile per il parcheggio e per fare defluire il traffico o per altre soluzioni alternative.

Non è previsto, invece, il cambio del senso di marcia di via San Martino e via Calatafimi. Ad oggi, infatti, hanno spiegato gli amministratori, i report effettuati hanno evidenziato il fatto che non si sono verificati più incidenti. Ma il comitato di quartiere verrà sentito per qualsiasi altra iniziativa. Continuano intanto i lavori di rifacimento del marciapiede lato nord di via San Martino, con l’amministrazione comunale che si è impegnata, ogni sei mesi, alla pulizia delle caditoie e dei tombini per evitare gli allagamenti.

Il comitato di quartiere Marina-Centro ha poi prospettato una soluzione per il parchetto di via Manzoni, attiguo all’ asilo nido che nella notte viene frequentato da diversi male intenzionati. Il comitato ha spiegato che con l’abbattimento di un muretto, si integrerebbe alla struttura adiacente. In questo modo il parchetto potrebbe essere utilizzato dai bambini. Per quanto riguarda, infine, l’eventuale parcheggio sotterraneo  o tramite silos in piazza San Giovanni Battista l’elevato costo di spesa, per ora ne boccia la realizzazione, a meno che non ci sia l’ intervento di un privato attraverso un project financing.

foto tratta da www.comunesbt.it

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento