San Benedetto, presentata la XXIII edizione del premio Libero Bizzarri. L’inauguazione alla Triennale di Milano


SAN BENEDETTO – Si terrà da domani, con l’ inaugurazione alla Triennale di Milano e fino al prossimo 24 luglio, la XXIII edizione del  Premio “Libero Bizzarri”. La manifestazione aderisce al Codice Etico per il circuito dei Festival italiani di documentario proposto ed elaborato dall’Associazione Documentaristi Italiani (Doc.it) sulla base del “A Code of Ethics for Short Film Festivals”, stilato dall’ International Short Film Conference. Lo scopo della rassegna è promuovere e diffondere il cinema documentario, favorire il confronto tra esperienze diverse, proporsi come punto di incontro e spazio di approfondimento tra il cinema e le altre discipline. E’ organizzata dalla Fondazione “Libero Bizzarri” con il contributo del MIBACT, della Regione Marche e del Comune di San Benedetto del Tronto. A questi si aggiungono altri enti, pubblici e privati.

Il programma del festival prevede: Concorsi Nazionali “ITALIADOC” e “ITALIAcortoDOC”, omaggi e retrospettive, workshop, incontri, focus, eventi speciali. La giuria del Premio Libero Bizzarri Italia Doc (formata da esponenti della cultura, dell’arte, dell’ industria del cinema e dell’audiovisivo, con particolare attenzione alle sue varie categorie tecniche e artistiche, e da personalità rappresentative della società italiana) presieduta da Giuliano Montaldo (nella foto), visionerà venti documentari, selezionati tramite invito ed autocandidatura da una Commissione della Fondazione Libero Bizzarri coadiuvata da esperti del settore, rappresentanti delle associazioni e delle agenzie di categoria, delle Film Commission, dei maggiori Festival nazionali, da produttori e distributori.

Il Mediterraneo sarà vissuto come “luogo” di approdi e partenze, di speranze e drammi, “luogo” della conoscenza e dei culti per antonomasia, perché punto di connessione e contatto fra rappresentanti di culture diverse, veicolo per lo scambio di usanze, lingue e dialetti, per le interazioni e le contaminazioni. E questa città Città-Porto, San Benedetto del Tronto, diviene paradigma, forse metafora, di altre migliaia di “luoghi” circondati da un mare che contiene e avvicina, che invita alla scoperta attraverso il cinema documentario, la scrittura e la letteratura, la filosofia, la musica, le tradizioni, l’enogastronomia. Testimonianze, esperienze, tentativi.

Il Festival Bizzarri sarà il “luogo d’incontro e di confronto” per i Paesi che costituiscono la Macroregione Adriatico-Ionica. Nelle serate previste si creerà un contesto transdisciplinare che metterà in rapporto artisti provenienti da esperienze differenti della cultura del Mediterraneo. La 23a Edizione della Rassegna del Documentario-Premio “Libero Bizzarri”, il Comitato UNICEF di Ascoli Piceno, la 7a Edizione di Piceno d’Autore e Slow Food SBT – Valdaso incrociano i loro percorsi su  MEDI(con)TERRANEO – riflessioni di culture in movimento, dove la cultura mette al centro l’uomo e le sue riflessioni facendosi testimone della natura complessa e poli-forme che determina gli attuali scenari del Mediterraneo.

Questo il programma.

1 Luglio. 23° Premio Libero Bizzarri. Inaugurazione. IL BIZZARRI ALLA XXI TRIENNALE DI MILANO. Ore 20.30, proiezione film documentario TRASHED Usa, 2013 (98’) di Candida Brady con Jeremy Irons. Il documentario parla dei rischi del problema dello smaltimento dei rifiuti nelle moderne società consumistiche, analizzandone inoltre i rischi per la catena alimentare e i danni dell’inquinamento causato dalle guerre e dall’inciviltà umana. A cura di Paysage e Fondazione Libero Bizzarri

4-8 Luglio. WORKSHOP «SCHOOL MOVIE» a cura di CINEMADAMARE, aula magna Scuola Media Cappella. Martedì 5: ore 11/13 TECNICHE DI REGIA, lezione a cura di Salvador Carrasco Direttore del Santa Monica College (California). Proiezione del film THE OTHER CONQUEST Usa 2000, 101’ di Salvador Carrasco. La lezione sarà tenuta in lingua inglese con traduzione simultanea in italiano

Mercoledì 6 ore 16/18. TECNICHE DI RECITAZIONE, Lezione a cura di Adriano De Santis, Direttore amministrativo e Tutor di recitazione del  Centro Sperimentale di Cinematografia

Giovedì 7 e venerdì 8 ore 16/18. VIDEO EDITING, Lezioni di montaggio video a cura di Fondazione Libero Bizzarri

6-7-13 luglio. PRESI PER LA GOLA, Laboratori del “gusto” per bambini dai 5 agli 11anni, dedicati al pesce e ai prodotti del Mediterraneo. Organizzati da Slow Food SBT- Valdaso. Condotti da Alessia Consorti dalle ore 18.15. 6 e13 Luglio sede associazione Pescatori. 7 Luglio Palazzina Azzurra

Sabato 9 luglio. Palazzina Azzurra, dalle ore 21: FLAMENCO:POPOLI, RELIGIONI E CULTURE DEL MEDITERRANEO. Estratti dai film Flamenco (1995) e Flamenco, Flamenco (2010) di Carlos Saura. Videomessaggio di Giuliano Montaldo, Guest Director della XXII edizione della Rassegna del Documentario Premio Libero Bizzarri e Presidente delle Giurie. Corti Dal Piceno: Cinemadamare, proiezione e premiazione dei corti realizzati nel territorio dai 100 giovani filmakers di CINEMADAMARE. Presenta Franco Rina

Domenica 10 luglio. Sala Bizzarri e Palazzina Azzurra. Dalle ore 19 APERITIVOinDOC, Incontro con Italo Moscati e presentazione del suo libro Fellini & Fellini: da Rimini a Roma, inquilino di Cinecittà. A cura di Andrea Fioravanti. dalle ore 21 presso la Sala Bizzarri CINEMADAMARE STORY, Il meglio dei corti girati dai 100 giovani filmakers di Cinemadamare nelle precedenti edizioni del Premio Bizzarri. Dalle ore 21 alla Palazzina Azzurra, IL CALCIO AL BIZZARRI, diretta della Finale Euro 2016 (soltanto in caso di finale della nazionale italiana). FILM A SORPRESA (soltanto in caso di finale di altre squadre). A seguire, STILE LIBERO, OMAGGIO A LIBERO BIZZARRI con la proiezione de IL QUARTICCIOLO1964, 11’,una panoramica sul quartiere romano “Quarticciolo” dell’estrema periferia nato in seguito agli sventramenti del centro storico per far luogo alle grandi vie del regime, e come compenso abitativo per la popolazione sfrattata. Proiezioni, CONCORSO ITALIAcortoDOC

Lunedì 11 luglio. Palazzina Azzurra, dalle ore 21 STILE LIBERO, OMAGGIO A LIBERO BIZZARRI. IL RIBELLE DAUMIER1966, 20’. La vita e le opere di Honorè Daumier, l’ambiente ed il periodo storico in cui visse. INCONTRI DEL MEDITERRANEO: questa serata è realizzata in collaborazione con Slow Food SBT – Valdaso e condotta da Italo Moscati

Martedì 12 luglio. Circolo Nautico Sambenedettese, dalle ore 21 STILE LIBERO, OMAGGIO A LIBERO BIZZARRI: IMMAGINI DANTESCHE DI GUTTUSO 1961,12’. Documentario sulle tavole di Guttuso ispirate alla Divina Commedia. Incontro con Massimo Cacciari, L’UOMO, IL DIVINO, IL SACRO in collaborazione con Associazione I LUOGHI DELLA SCRITTURA.

Mercoledì 13 luglio. Palazzina Azzurra dalle ore 21 STILE LIBERO, OMAGGIO A LIBERO BIZZARRI: LE MACCHINE PARLANTI 1972, 11’.La storia delle macchine per la registrazione e la riproduzione del suono, dette macchine parlanti, dal fonografo Edison in poi. Proiezioni CONCORSO ITALIAcortoDOC: IL FASCINO DELL’IMPOSSIBILE (27’) di Silvano Agosti. Il documentario ci conduce all’interno dell’oasi, struttura ospedaliera specializzata nella ricerca sul ritardo mentale e centro di ospitalità e terapia riservato ai disabili, rendendoci partecipi di una bellissima realtà in cui operano circa mille persone tra volontari e salariati, tutti mossi dall’intento di fornire un’assistenza valida agli ospiti e alla famiglie che li sostengono. Incontro con Silvano Agosti

Giovedì 14 luglio, Palazzina Azzurra dalle ore 21 STILE LIBERO, OMAGGIO A LIBERO BIZZARRI: DORAZIO 1976, 16’. L’opera pittorica di Piero Dorazio. L’artista al lavoro nel suo studio a Todi. Proiezioni CONCORSO ITALIAcortoDOC, a seguire IL MEDITERRANEO E LA MACROREGIONE ADRIATICO-IONICA. Riflessioni sul ruolo fondamentale e strategico della MACROREGIONE ADRIATICO IONICA, per la realizzazione di progetti culturali grazie all’attivazione dei Fondi europei 2014-2020 disponibili. La MACROREGIONE è ormai una realtà e potrà produrre benefici per lo sviluppo culturale, l’interscambio turistico, produttivo, di tutela e di valorizzazione ambientale e marina.

Proiezione del documentario LAMPEDUSANI 25’ di Costanza Quatriglio, un poetico documentario su Lampedusa con protagonista Erri De Luca. Proiezioni CONCORSO ITALIAcortoDOC.

Venerdì 15 luglio, Palazzina azzurra. Dalle ore 19 APERITIVO in DOC. INVENTARIO DELLE COSE CERTE incontro con la poesia di Joyce Lussu,a cura di Alfredo Luzi (Università di Macerata). Letture a cura di Flavia Mandrelli. Dalle ore 21 STILE LIBERO, OMAGGIO A LIBERO BIZZARRI. EPOCHE SUI MURI 1964, 10’. I manifesti illustrati, che da oltre un secolo tappezzano i muri e gli steccati soprattutto dei centri abitati, sono spesso pagine degne di una storia del costume. Proiezioni CONCORSO ITALIAcortoDOC. “INTRODUZIONE A JOYCE LUSSU” a cura di Alfredo Luzi. A seguire LA MIA CASA E I MIEI COINQUILINI. IL LUNGO VIAGGIO DI JOYCE LUSSU, 59’ di Marcella Piccinini. Il lungo viaggio di Joyce Lussu tra fronti e frontiere, tra l’antifascismo militante e la lotta anti- colonialista, attraverso suggestivi materiali d’archivio ed una “storica” intervista fatta da Marco Bellocchio nel 1994. Incontro con Marcella piccinini

Sabato 16 luglio,  Palazzina Azzurra. Dalle ore 21 Premiazioni. STILE LIBERO OMAGGIO A LIBERO BIZZARRI. GENTE DI CABRAS 1963, 10’.La storia delle lotte sostenute dai pescatori di Cabras, tra il 1960 e il 1963, contro le riserve private di pesca. Presentazione del libro Il GIORNO DOPO di ANDREA IACOMINI, Portavoce Nazionale Unicef Italia. Il romanzo è ambientato su una panchina di Villa Borghese su cui il protagonista decide di rifugiarsi dopo aver ricevuto una proposta politica cui è molto difficile dire rinunciare. Evento realizzato in collaborazione con il comitato Unicef Ascoli Piceno. OMAGGIO A UGO NESPOLO, proiezione del corto SHADES ON THE COUCH 4’.

A seguire, consegna del PREMIO BIZZARRI “UNA VITA PER L’ARTE” a Ugo Nespolo e PREMIAZIONE CONCORSI ITALIAcortoDOC. 60° NASCITA DI ANDREA PAZIENZA: ANDREA PAZIENZA. FINO ALL’ESTREMO,55’ di Paolo Caredda. Arte fuorilegge, in qualche modo eroica. La  sua opera come ribellione assoluta da gabbie e confini. Pazienza come Balzac, Dostoevskij, Goya, i massimi scrittori e illustratori capaci di tratteggiare con il più leggero sbaffo le facce e l’anima. Serata condotta da Andrea Fioravanti

Domenica 17 luglio, Palazzina Azzurra dalle ore 21.30.

Lunedì 18 luglio, Palazzina Azzurra dalle ore 21, visioni medi(con)terranee, le proiezioni della Fondazione Libero Bizzarri all’interno del Festival Piceno d’autore. Presentazione del libro Dio e il suo destino di Vito Mancuso a cura dell’Ass.ne “I Luoghi della Scrittura” Proiezioni: La Taranta 1965 12’ di Gianfranco Mingozzi. Irregulars 9’ di Fabio Palmieri. L’identità di un popolo migrante che si diffonde e si riverbera in un Mediterraneo informe, protetto da alte montagne, ospitato da mille isole. Il Meteorite di Saaremaa,  Ita, 2015 17’ di Maurizia “Syusy Blady” Giusti. L’odissea e l’Iliade potrebbero avere origine Baltica. Perché e come una leggenda nata qui si sarebbe poi spostata nel Mediterraneo?

Martedì 19 luglio, Palazzina Azzurra dalle ore 21. Festival Piceno d’Autore. Presentazione del libro Il nome di Dio è Misericordia di Andrea Tornielli a cura dell’Ass. “I Luoghi della Scrittura”. Proiezioni: La Pescatora 7’ di Naike Anna Silipo. Rendere visibile una realtà invisibile. un mestiere antico come la pesca, tramandato esclusivamente attraverso l’accezione maschile di pescatore. Other than our sea, 10’ 21” di Valentina Ferrandes. Dalle rovine di un’antica colonia greca dell’Italia meridionale, ai naufragi contemporanei nel Mediterraneo, una storia di esplorazione raccontata attraverso frammenti di letteratura classica.

Mercoledì 20 luglio, Palazzina Azzurra dalle ore 21. Festival Piceno d’Autore. Presentazione del libro Una storia quasi solo d’amore di Paolo Di Paolo,  a cura dell’Ass. “I Luoghi della Scrittura”. Proiezione Il Castello dei Re 24’ di Paolo Fantini. Giovanni Lupo è da 28 anni il guardiano del faro di Cozzo Spadaro a Portopalo di Capo Passero in provincia di Siracusa, uno dei più grandi e importanti d’Europa.

Giovedì 21 luglio, Palazzina Azzurra dalle ore 21. Festival Piceno d’ Autore. Presentazione del libro “Contro il sacro. Perché le fedi ci rendono stupidi” di Edoardo Boncinelli, a cura dell’Ass. “I Luoghi della Scrittura”. Proiezione, Lampedusa, le nuove vie dei canti 60’ di Piergiorgio Mangiarotti e Michele Fumeo. Lampedusa vista da poco più di un metro di altezza attraverso lo sguardo di coloro che la vivono giorno per giorno, nella sua realtà e quotidianità.

Venerdì 22 luglio, Palazzina azzurra  dalle ore 21. Festival Piceno d’Autore, assegnazione Premio Giovane Promessa del panorama letterario nazionale a cura dell’Ass. “I Luoghi della Scrittura”. Proiezioni, Les fleures du temps. Natura Morta / Dei Mar Mediterraneo/ La sponda nordp,13’ di Franca Balsamo. Il mare Mediterraneo riporta sulle sue spiagge resti di passaggi, di turisti, di pescatori, di anime in cerca di vita affondate durante un viaggio. Eco de Femmes, 30’ di Carlotta Piccinini. Sei donne, i loro sogni e una battaglia per la loro emancipazione attraverso il lavoro.

Sabato 23 luglio, Palazzina Azzurra dalle ore 21. Festival Piceno d’ Autore, Assegnazione Premio Nazionale all’ Editor a Sandro Ferri della Casa Editrice e/o, a cura dell’Ass. “I Luoghi della Scrittura”.Proiezioni, Alicudi nel vento Ita 2015, 75’ di Aurelio Grimaldi. Un documentario che racconta un’isoletta, lo strano vivere dei giovani e di tutti, ma anche un’idea sempre viva di scuola, pedagogia, scambio di umanità, bisogno di comunicare.

Domenica 24 luglio, Palazzina Azzurra dalle ore 21. Festival Piceno d’ Autore, riconoscimento alla casa editrice Longanesi, a cura dell’Ass. “I Luoghi della Scrittura”. Approdi Diversi,p rogetto a cura di Fondazione Libero Bizzarri: Lettura di poesie di Joyce Lussu a cura di Nicoletta Agostini. Proiezione, ‘U ferru Ita 2015, 70’ di Marco Leopardi. La pesca del pesce spada con l’arpione nello Stretto di Messina è una delle caccie più spettacolari e antiche del Mediterraneo.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...

Lascia un commento