San Benedetto ricorda l’eccidio del Ponterotto del 1944

SAN BENEDETTO – In occasione della ricorrenza del 77° anniversario dell’eccidio del Ponterotto (i partigiani Neutro e Salvatore Spinozzi e il brigadiere dei Carabinieri Elio Fileni furono uccisi tra il 12 e il 13 giugno 1944 dai nazifascisti), questa mattina, 12 giugno, si è tenuta la commemorazione sul cippo di via della Resistenza, al Ponterotto, che ricorda l’episodio.

Alla cerimonia organizzata dall’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI) con il suo presidente Antonio Bruni, sono intervenuti i sindaci di San Benedetto del Tronto Pasqualino Piunti e di Acquaviva Pierpaolo Rosetti, la consigliera Maria Rita Morganti in rappresentanza della Provincia di Ascoli Piceno, una delegazione della locale sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

“Ricordando le figure di Neutro e Salvatore Spinozzi e del brigadiere Elio Fileni -ha detto il sindaco Piunti- vogliamo tenere viva la memoria di uomini e donne, vecchi e bambini, militari e civili di diverse fedi politiche che scelsero di ribellarsi all’oppressione nazifascista a rischio della loro vita. Non possiamo più permetterci di perdere la libertà e la democrazia riconquistate con i sacrifici di tante persone che hanno poi espresso questi valori nei 134 articoli della Costituzione Italiana.

Oggi per difendere la Costituzione e tramandarla integra alle future generazioni, dobbiamo fare in modo che il comportamento quotidiano di ognuno di noi, i gesti, le parole, siano ispirati da sentimenti democratici e dal rispetto delle Istituzioni, perché proprio queste sono espressione della democrazia”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...