San Benedetto: rissa in piazza Montebello, denunciati 5 pakistani


SAN BENEDETTO – Sono cinque le persone denunciate per la rissa di ieri sera in piazza Montebello. Ne mancano tre all’appello. Tutti pachistani e tutti regolari che lavorano fra San Benedetto e Porto d’Ascoli.

Una lite per motivi famigliari scoppiata a Capodanno e che ha avuto un’eco nei giorni successivi. Dunque, per il momento, pare scongiurata la pista della droga e del regolamento di conti nell’ambito del mercato dello spaccio. I cinque hanno tutti tra i 35 ed i 40 anni.

Si sono picchiati con botte da orbi, calci, pugni e persino spray al peperoncino. Il tutto in pieno centro ed in pieno giorno con una serie di testimoni rimasti fermi ad osservare. Protagoniste almeno otto persone, tutte pakistane. L’aggressione ha preso il via attorno alle 16.

Stando alla ricostruzione dei carabinieri della compagnia di San Benedetto, guidati dal comandante Marco Vanni, sembrerebbe che tre di loro siano stati aggrediti da un gruppo di altri cinque soggetti. Due di loro sono stati scaraventati a terra e gli altri gli erano addosso con calci e pugni.

I due aggrediti sono un 42enne, T.M., ed un ventisettenne, A.F.. Entrambi sono poi ricorse alle cure dei sanitari. Il più giovane ha riportato gravi irritazioni causate dallo spray. Con loro, sul posto, è rimasto il terzo pakistano che ha atteso l’arrivo delle ambulanze con gli amici ed è stato poi identificato dai carabinieri giunti sul posto insieme alla pattuglia della polizia locale.

L’episodio ha scatenato una serie di rinnovate polemiche in centro. Il video della rissa è l’ennesima riprova del degrado che infesta il centro di San Benedetto. La zona stazione e una delle strade principali dello shopping sono ormai in mano a bande rivali che si fanno la guerra per svariati motivi anche e soprattutto con il favore delle tenebre.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...