San Benedetto, rito vudù sul tratto ferroviario Porto d’Ascoli-Ascoli Piceno

SAN BENEDETTO – Una candela e nuovo rito vudù, con il macabro ritrovamento di un pezzo di fegato,  presumibilmente animale. E’ avvenuto sul tratto ferroviario tra Porto d’Ascoli e Ascoli Piceno, in prossimità del passaggio a livello di via Scopa, non distante dalla Recfer. Non è la prima volta, ma ieri, subito dopo l’allarme lanciato da un passante, oltre alla polizia ferroviaria sono intervenuti anche gli agenti della polizia scientifica che hanno eseguito i rilievi tecnici.

Non si esclude che possa trattarsi di un rito vudù, magia nera africana, utilizzato spesso per soggiogare le donne nigeriane e costringerle a prostituirsi, ma anche per tenere unite affettivamente le persone. Ma la prima ipotesi sembra la pista principale vista la vicinanza con la Bonifica dove ci molte ragazze africane costrette sulla strada da organizzazioni malavitose che sono state oggetto di indagini e anche di arresti.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...