Concorso di Poesia

San Benedetto: per sfuggire ai Carabinieri salta dal secondo piano di un palazzo di via Formentini e ne ferisce uno. Nigeriano arrestato per resistenza a pubblico ufficiale

SAN BENEDETTO – Un nigeriano di 26 anni, richiedente asilo e ospite di  una struttura di San Benedetto è stato arrestato dai Carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale. Tutto è iniziato nel pomeriggio di ieri, quando il giovane extracomunitario vede un iPhone 5 dimenticato su un autobus da una ragazza e se ne appropria. La proprietaria chiama il 112 denunciandone il furto.

Grazie all’applicazione “trova il mio iPhone” i carabinieri localizzano la posizione e rintracciano il giovane extracomunitario in via Formentini, una traversa di viale De Gasperi. La ragazza parla con il presunto ladro e lui nega di avere il suo cellulare. Solo più tardi si scoprirà che non lo aveva propriamente rubato, ma se lo era messo in tasca trovandolo abbandonato sull’autobus.

Alla vista dei Carabinieri, però, il giovane nigeriano ha una reazione inconsulta che poteva avere esiti ben più gravi. Si spaventa a tal punto che si lancia dal secondo piano del palazzo in cui stava. Nella caduta riporta la frattura di un piede ma, nonostante tutto, inizia a scalciare i militi dell’ Arma che si erano avvicinati, ferendo un appuntato finito anche lui, insieme al ventiseienne, al pronto soccorso con una prognosi di 15 giorni.

Per questo motivo è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, mentre la denuncia per appropriazione indebita potrà scattare solo nel caso di querela da parte della proprietaria dell’ iPhone ritrovato.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento