San Benedetto, si apre domani con lo scrittore Fulvia Abbate in piazza Bice Piacentini il Festival I mille volti di Pasolini


SAN BENEDETTO – Si inaugura domani, domenica 7 agosto in piazza Bice Piacentini al Paese Alto di San Benedetto del Tronto alle ore 21.15 il Festival “I mille volti di Pasolini“. Fulvio Abbate presenta il libro Quando c’era Pasolini. Lo intervista il direttore del Festival Giorgio Nasini.

Programma

7 agosto

Ore 21.15

Presentazione del libro di Fulvio Abbate, Quando c’era Pasolini, Baldini+Castoldi

Intervista: Giorgio Nisini

Cosa ha rappresentato Pasolini per la società italiana? Cosa rimane del patrimonio poetico di uno dei più coraggiosi intellettuali del Novecento? Fulvio Abbate prova a restituire la vita, le ragioni, l’eredità, i luoghi, la sostanza umana, familiare e storica di Pier Paolo Pasolini.

8 agosto 

Ore 21.15

Cent’anni di Pasolini

Intervengono: Roberto Carnero e Paolo Di Paolo

Modera: Antonio Tricomi

Una riflessione sulla figura, l’opera e l’eredità culturale di Pier Paolo Pasolini a cento anni dalla sua nascita. Antonio Tricomi ne discute con Paolo Di Paolo e Roberto Carnero.

9 agosto

Ore 21.15

PPP: Pasolini tra Premi e Polemiche

Incontro con Stefano Petrocchi, Direttore della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci

Protagonista della vita culturale del suo tempo, Pasolini è stato impegnato in numerose edizioni del Premio Strega come padrino di altri autori in gara e come concorrente in prima persona, sempre in una posizione critica rispetto alle convenzioni e ai riti della società letteraria.

Ore 22.15

Presentazione del libro di Italo Moscati, Pier Paolo Pasolini. Vivere e sopravvivere, Lindau

La vita e l’opera di Pasolini, la sua passione, il suo coraggio, la sua costante disponibilità a mettersi in gioco, esercitano un richiamo che sembra crescere con il tempo. Questo libro prosegue la ricerca di Italo Moscati dopo gli anni in cui ha conosciuto, frequentato e si è sforzato di capire il poeta, romanziere, regista, scrittore corsaro.

10 agosto

Ore 21.15

Presentazione del libro di Renzo Paris, Pasolini e Moravia. Due volti dello scandalo, Einaudi Stile Libero

Intervista: Roberto Carnero

Il confronto tra due giganti del Novecento, avversari culturali e amici fraterni, nel racconto di un autore che ha conosciuto da vicino la società letteraria del loro tempo ed è stato testimone di un’epoca irripetibile.

11 agosto

Ore 21.15

Raffaello Fusaro, Vivo sempre gettato nel futuro

Drammaturgia di Nicola Pice, in collaborazione con Raffaello Fusaro

Raffaello Fusaro porta in scena la prova aperta di un appassionante primo tempo della vita di Pier Paolo Pasolini, ambientato dal 1922 al 1955, anno del suo arrivo a Roma in fuga da Casarsa. Un atto unico di teatro scritto da Nicola Pice in cui Pier Paolo ragazzo, personaggio ideale, a cuore aperto alterna il proprio racconto biografico a stralci delle lettere agli amici, alla mamma, al fratello.

12 agosto 

Ore 21.15

Pasolini. Visioni

Proiezione del film Nerolio, di Aurelio Grimaldi

Sarà presente il regista

Interviene: Cristina Priarone, Presidente Italian Film Commission e Direttore Roma Lazio Film Commission

Modera: Raffaello Fusaro

Tre episodi per raccontare la vita scomoda, scandalosa, di un noto regista e poeta italiano. Aurelio Grimaldi ci parla con il suo film e con le sue parole – nell’intervista che seguirà la proiezione – del suo Pier Paolo Pasolini: un artista che visse una vita intensissima, contraddittoria, senza respiro.

13 agosto

Ore, 21.15

Pasolini. Visioni

Proiezione del documentario, L’ultima partita di Pasolini, di Giordano Viozzi

Sarà presente il regista

Introduce: Antonio Tricomi

Il 14 settembre 1975 Pier Paolo Pasolini gioca la sua ultima partita di calcio prima di morire. Lo fa a San Benedetto del Tronto, dove il suo amico Ninetto Davoli soggiorna dopo aver girato il film Il vizio ha le calze nere. Il documentario parte dalla meticolosa ricerca del filologo Francesco Anzivino e ripercorre quella partita tra Vecchie Glorie della Sambenedettese e Nazionale Artisti.

Ore 22.15

Pasolini: la persona, i luoghi, gli affetti familiari

Reading di Cristian Giammarini

Chi era Pier Paolo Pasolini? Da dove veniva, dove è cresciuto, chi erano i suoi genitori? Il reading di Cristian Giammarini ripercorre l’infanzia di Pasolini e il rapporto con i suoi famigliari attraverso la lettura dei brani più struggenti dedicati alla sua famiglia.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...