San Benedetto: spari in pieno centro in via Marsala, fermato uno dei tre malviventi


SAN BENEDETTO – Attimi di terrore si sono vissuti in via Marsala a San Benedetto con tre malviventi inseguiti dalla Squadra Anticrimine. Spari hanno riecheggiato lungo la via che collega la città a Grottammare. Gente impaurita e barricata in casa mentre i poliziotti restano sulle tracce della banda che, a Torre di Palme, sarebbe stata protagonista di un drammatico fatto di sangue. Un’aggressione – potrebbe configurarsi anche il tentato omicidio – che ha portato un giovane in ospedale in gravissime condizioni. Tutto sarebbe avvenuto in un casolare abbandonato con due bande ad affrontarsi.

Un regolamento di conti, insomma, con un’eco sambenedettese. Le auto civetta degli agenti sono riuscite a speronare la Fiat Bravo bianca con a bordo i tre malviventi che pare siano nordafricani. La macchina è finita schiacciata fra le altre due e i tre fuggitivi sono scesi di corsa: uno è stato subito bloccato, gli altri due sono tuttora ricercati. Durante la fuga sarebbero stati esplosi colpi di arma da fuoco mentre a terra la banda avrebbe lasciato dei soldi.

Dettaglio che, almeno in un primo momento, ha fatto propendere per un legame con l’assalto al portavalori avvenuto nel Fermano. Oltre alla polizia è intervenuto anche un carabiniere fuori servizio che si trovava in zona. Via Marsala è rimasta chiusa per i rilievi del caso.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...