San Benedetto: tornano i contributi per pagare l’affitto. Le domande per l’anno 2016 vanno presentate entro il 31 marzo

SAN BENEDETTO – Il Comune bandisce un concorso per l’erogazione di contributi integrativi per il pagamento dei canoni di locazione (affitti) eccessivamente onerosi rispetto al reddito familiare riferiti all’anno 2016. Possono presentare domanda di contributo tutti i cittadini che:

– abbiano un contratto di locazione registrato per un alloggio non classificato nelle categorie A1, A8 e A9;

– paghino un canone mensile non superiore a €. 600,00 per i nuclei familiari con meno di 5 componenti e non superiore a €. 700,00 per i nuclei familiari con 5 o più componenti;

– abbiano la cittadinanza italiana o di uno Stato UE. Gli extracomunitari devono essere titolari di un permesso di soggiorno C.E. per soggiornanti di lungo periodo o di un permesso di soggiorno almeno biennale, esercitare una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo ed essere residenti da almeno dieci anni in Italia o da almeno cinque anni nella medesima regione. Le domande di cittadini extracomunitari privi del requisito relativo agli anni di residenza saranno finanziate esclusivamente con fondi comunali nel limite delle risorse disponibili.

– siano residenti a San Benedetto del Tronto e nell’alloggio per il quale si chiede il contributo;

– non siano titolari in Italia del diritto di proprietà, comproprietà, usufrutto, uso o abitazione di un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, ai sensi dell’art. 2 della L.R. 36/2005.

– abbiano un ISEE – Indicatore della Situazione Economica Equivalente riferito ai redditi prodotti nell’anno 2015 non superiore ad € 5.824,90 pari all’assegno sociale INPS. Il limite del valore ISEE (che deve essere stato rilasciato dopo il 15 gennaio 2017) del richiedente è diminuito del 20% in presenza di un solo reddito derivante da lavoro dipendente o da pensione in nucleo familiare monopersonale.

Il contributo viene calcolato sulla base dell’incidenza del canone annuo sul valore ISEE ed è tale da ridurre l’incidenza al 50%, con un massimo di € 1.164,99. Questo limite può essere incrementato del 25% per nuclei familiari in cui siano presenti ultrasessantacinquenni, componenti con invalidità riconosciuta superiore al 66%, componenti disabili di cui all’art. 3 della Legge 5 febbraio 1992, n. 104, figli minori e un solo genitore, per situazione di “morosità incolpevole” derivante dalla modifica occupazionale di uno o più componenti il nucleo familiare.

Le domande vanno presentate entro venerdì 31 marzo 2017.

Il testo integrale del bando di concorso è disponibile sul sito Internet del Comune  www.comunesbt.it (voce “Altri bandi e avvisi ”). Info: Ufficio Politiche per la Casa (tel. 0735/794323 – 478) e Ufficio Relazioni con il Pubblico (tel. 0735/794555 e mail urp@comunesbt.it).

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento