San Benedetto del Tronto – Chiesa gremita per i funerali di Pietro Sarchiè

Che Pietro Sarchiè, il commerciante di pesce ucciso lo scorso 18 giugno nel maceratese, fosse una persona benvoluta da tutti, era un fatto noto. La presenza di centinaia di persone al funerale officiato ieri nella chiesa di San Filippo Neri ne è stata la prova. Una cerimonia toccante, commovente, dall’inizio alla fine. Ave e Jennifer, rispettivamente moglie e figlia di Pietro, non sono riuscite a trattenere le lacrime ma hanno dimostrato un contegno ed una dignità fuori dal comune. Presenti il sindaco di San Benedetto del Tronto, Giovanni Gaspari, Margherita Sorge, gli assessori Urbinati e Canducci. Non hanno mancato di far sentire la propria vicinanza i granatieri, ex commilitoni di Sarchié e i carabinieri in congedo. Assente il vescovo Carlo Bresciani, che  ha comunque fatto pervenire il proprio messaggio: “Mi unisco alla preghiera dei familiari del povero Pietro invocando la misericordia. La morte è una cosa dolorosa per chi resta, e lo è ancor più quando è provocata in modo inaspettato e violento”.  La funzione è stata celebrata da Don Gabriele Paoloni, parroco della chiesa di San Filippo Neri. Nella parte finale Jennifer ha letto, con la voce rotta dal pianto, la lettera dedicata al padre. Alle sue parole sono seguiti gli applausi di una folla toccata e commossa da questa figlia così forte, così fragile, che vuole solo giustizia.

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento