Sant’ Elpidio a Mare, a Cascinare la cerimonia della Festa della Liberazione

SANT’ ELPIDIO A MARE – Era il 20 giugno del 1944 quando l’elpidiense Vincenzo Borraccetti ed il civitanovese Silvano Mecozzi, due giovani ventenni, persero la vita sotto il fuoco dei tedeschi che erano in ritirata da Civitanova Marche. A loro, e a tutti i morti in guerra, andrà il pensiero dei presenti in occasione della celebrazione della Festa della Liberazione che, come di consueto, sarà proposta a Cascinare il 25 di aprile.
Il programma prevede il ritrovo in piazza Leopardi alle ore 10.15 per spostarsi poi verso la Stele dove il Sindaco terrà il suo discorso istituzionale. Sono stati invitati a partecipare anche il Sindaco e la Giunta del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze. Giovani protagonisti in prima persona – anche quest’anno – nella realizzazione del manifesto istituzionale del 25 aprile, in risposta al concorso Pro Patria, indetto dall’Amministrazione Comunale, Assessorato alla Cultura e alle Politiche Giovanili e indirizzato ai ragazzi della scuola secondaria.
Il disegno risultato vincitore per il 25 aprile, utilizzato per il manifesto che in questi giorni è stato affisso nel territorio per invitare la cittadinanza a partecipare all’evento, è quello realizzato da Matilde Liberati della IIIA mentre per il 2 giugno la commissione ha scelto l’elaborato di Mattia Nasini della III B.
“Ringrazio i ragazzi che hanno partecipato al concorso – commenta il sindaco, Alessio Terrenzi – così come gli insegnanti che li hanno seguiti durante l’attività. Ringrazio anche i membri del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze che con tanto entusiasmo stanno partecipando a questo progetto e sono sempre presenti agli appuntamenti istituzionali come quelli delle varie cerimonie pubbliche”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...