Sant’ Elpidio a Mare, in corso il lavori di manutenzione dei fossi nel territorio insieme al Consorzio Bonifica


SANT’ELPIDIO A MARE – La manutenzione di fossi e corsi d’acqua è alla base dell’equilibrio idrogeologico del territorio e l’Amministrazione Comunale è impegnata su tale fronte accanto al Consorzio di Bonifica delle Marche, per mettere a punto interventi necessari per garantire il corretto deflusso e per prevenire fenomeni di dissesto idrogeologico.

Nei giorni scorsi sono stati completati i lavori di manutenzione ordinaria del fosso “Molino” nella frazione Luce e in precedenza si era provveduto con il fosso “Luciani” sempre in zona Luce così come con il fosso in zona Castagno a Casette d’Ete. Si tratta dei primi di una serie di interventi programmati per attuare una corretta manutenzione che rappresenta il presupposto fondamentale per prevenire fattori di rischio idrogeologico nell’ottica di un’efficace tutela del territorio.

“Sto seguendo – dice l’assessore al patrimonio e alle manutenzioni Paolo Maurizi – assieme agli uffici gli interventi predisposti in collaborazione con il Consorzio di bonifica in continuità con quanto ho sempre fatto anche in precedenza, visto che non mi sono mai fermato ed ho sempre lavorato per seguire le varie procedure che poi hanno portato ai lavori concreti. Sto lavorando in continuità, dunque, seguendo problematiche che già conosco, lavorando accanto agli uffici dell’area 4 e dell’area 6.

La collaborazione con il Consorzio di Bonifica è preziosa  e cerchiamo di fare la nostra parte per garantire la pulizia e il decoro del territorio, anche in funzione della sicurezza in vista di possibili temporali. Ringrazio gli uffici di riferimento per il grande impegno che stanno mettendo in campo, visto anche che oltre all’ordinario si devono occupare delle tante richieste che arrivano dalle associazioni per i tanti eventi che si stanno susseguendo nel territorio”.

“Mi preme ricordare – aggiunge il sindaco Alessio Pignotti – che il nostro territorio può contare sul Regolamento di Polizia Rurale, approvato dal consiglio comunale di un paio di anni fa e frutto del lavoro congiunto tra Comune, Provincia, Consorzio di Bonifica e proprietari terrieri che, subito dopo le copiose piogge che all’epoca provocarono danni molto seri, si sono confrontati ed hanno valutato le azioni da mettere in campo per far fronte a situazioni di questo tipo. La pulizia dei fossi e degli argini dei fiumi da parte degli enti preposti è fondamentale, questo è evidente, ma sono altrettanto importanti anche idonei comportamenti da parte di chi lavora i terreni al fine di coniugare l’esercizio dell’attività agricola con il rispetto e la tutela dell’ambiente”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...