Save Energy: secondo posto per la scuola Curzi, in finale anche il Fazzini-Mercantini di Grottammare


SAN BENEDETTO – Sono ben due le scuole marchigiane che hanno avuto accesso alla fase finale di “Save Energy 2016”, il concorso che da tre anni Aimet, azienda che si occupa della fornitura di gas naturale ed energia elettrica, propone alle scuole dei territori in cui opera. Presso il Centro socio culturale San Francesco di Umbertide (PG) si è tenuta la cerimonia di premiazione alla quale sono intervenuti il presidente di Aimet Matteo Baldelli e l’amministratore delegato Patrizio Nonnato.

“Quest’anno Save Energy –dice Matteo Baldelli- ha visto la partecipazione di ben 19 scuole e, novità di quest’anno,  per la prima volta il concorso ha superato i confini umbri, coinvolgendo, oltre ad istituti provenienti da Umbertide, Città di Castello, San Giustino e Corciano, anche le scuole marchigiane di San Benedetto del Tronto e Grottammare, territori in cui Aimet opera da circa un anno con un proprio ufficio in via Liberazione, 1 a San Benedetto del Tronto. In tutto il concorso ha interessato circa mille studenti che hanno presentato progetti validi ed interessanti, dimostrando l’attenzione che le scuole riservano al tema delle risorse energetiche e dello sviluppo sostenibile”.

“Con questa iniziativa –aggiunge l’amministratore delegato di Aimet Patrizio Nonnato- abbiamo cercato di sensibilizzare le giovani generazioni ad un uso più consapevole delle risorse energetiche e al contempo di sostenere le scuole attraverso premi in denaro, per un valore complessivo di 5.000 euro, da utilizzare per l’acquisto di materiale didattico”.

Ottimo il risultato ottenuto dalla scuola secondaria di primo grado Curzi dell’Istituto comprensivo Centro di San Benedetto del Tronto che, alla sua prima partecipazione al concorso, si è aggiudicata il secondo posto e la bellezza di un assegno da 1.100 euro grazie alla realizzazione di un calendario che racconta i 365 giorni dell’anno a ritmo di energia pulita e consigli per risparmiare. Al primo posto si è invece classificata la scuola media di Selci- Lama dell’Istituto comprensivo Leonardo da Vinci di San Giustino (PG) con il progetto “L’eterna lotta tra le energie rinnovabili e non rinnovabili”  che si è aggiudicata un assegno da 1.300 euro mentre sul gradino più basso del podio è salita la scuola primaria Garibaldi del Primo circolo didattico di Umbertide (PG) che ha ottenuto 900 euro con il gioco “L’attenzione fa la differenza”.

Tra le scuole premiate anche l’Istituto Fazzini- Mercantini di Grottammare, classificatosi al sesto posto ex equo che, con il progetto “Idee rinnovabili…dall’Europa a Grottammare” ha ottenuto un assegno da 200 euro.

sdr

dav

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...

Lascia un commento