Sant’ Elpidio a Mare: successo per la partita del sorriso. Raccolti fondi pro terremotati

SANT’ ELPIDIO A MARE – Sul campo la vittoria è andata alla Nazionale Circensi, secondi classificati i sacerdoti e terzi le vecchie glorie dell’Us. Cascinare ma a vincere è stata, soprattutto, la solidarietà. La Partita del Cuore, organizzata al campo sportivo “Ciccalè” di Cascinare pro Croce Azzurra, quando ancora non si erano verificati gli eventi sismici che hanno tragicamente colpito il Centro Italia, si è trasformata in un’occasione per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni terremotate. Nelle parole di Robin Basso e del sindaco Alessio Terrenzi (nella foto a dx), lo spirito della giornata.

“I fondi che saranno raccolti grazie al pubblico qui presente saranno destinati a progetti specifici per i territori a noi vicini – hanno detto entrambi – territori che abbiamo visitato nei giorni scorsi in occasione della consegna del materiale di prima necessità che è stato raccolto grazie al grande cuore degli elpidiensi. Sul posto ci siamo trovati davanti ad una situazione inimmaginabile: ad Arquata del Tronto si è ragionato circa la necessità di una scuola. Ebbene, questi fondi raccolti oggi saranno utilizzati, insieme ad altre somme che contiamo di raccogliere da qui in avanti, per dotare i bambini di una scuola in legno che possa permettere loro di seguire regolarmente le lezioni”.

Il sindaco Terrenzi ha poi ricordato l’imminente apertura di un conto corrente su cui potranno confluire le donazioni ed ha anche ricordato che la raccolta presso la Croce Azzurra continua “…perché l’emergenza non finisce nei primi giorni successivi al sisma e, soprattutto, perché oltre alle località maggiormente colpite e di cui parlano i giornali ci sono realtà più piccole, in particolare vicine a noi, che pur avendo meno danni sono comunque in difficoltà e non possono essere lasciate sole”.

Dopo un minuto di raccoglimento per le vittime del terremoto e dopo aver ricordato due ragazzi della Nazionale Circensi morti tra le macerie, si è dato il via al pomeriggio. Prima di iniziare con il triangolare si è fatto un tuffo nel passato ricordando la storia dell’U.S. Cascinare, iniziata nel 1969 con lo scopo di creare una squadra di calcio con i ragazzi del posto. Ragazzi di allora che ieri si sono ritrovati con gli ex compagni di squadra, gli allenatori e lo staff di un tempo fino ad arrivare a coloro che, più di recente, si stanno impegnando per mantenere in piedi la realtà calcistica del posto, seppur con tante difficoltà.

Un momento emozionante per tutti, per ritrovarsi dopo tanto tempo e, contestualmente, una giornata di solidarietà con i Sacerdoti (in campo anche l’ultra ottantenne Don Ginesio Cardelli) che si sono ben difesi in campo pur non riuscendo a tener testa ai Circensi che si sono aggiudicati la palma d’oro.

Soddisfatti gli organizzatori, in primis Loriano Squadroni che ha tirato le fila dal punto di vista organizzativo e che ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile l’iniziativa sia collaborando in modo fattivo, sia scendendo in campo che, soprattutto, acquistando il biglietto d’ingresso, per un obiettivo comune: fare del bene.

circensi     sacerdoti

us cascinare     presidente croce azzurra e loriano squadroni organizzatore

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...

Lascia un commento