SANT’ELPIDIO A MARE – FIUME ETE MORTO

SITUAZIONE FIUME ETE MORTO: IL SINDACO HA INCONTRATO L’AMMINISTRATORE DEL CONSORZIO DI BONIFICA DELLE MARCHE
Come concordato in occasione della riunione convocata in Comune nei giorni scorsi, il Sindaco Alessio Terrenzi e l’Assessore Norberto Clementi, coadiuvati dall’ing. Marco Caffarelli dell’ufficio tecnico, hanno incontrato l’Amministratore Straordinario del Consorzio di Bonifica delle Marche, avv. Claudio Netti.
“E’ stato un incontro molto proficuo – fa sapere il primo cittadino – nel corso del quale abbiamo avuto modo di approfondire diversi aspetti della questione e mettere a punto un percorso da seguire.
Si è deciso di operare su due fronti.
Il primo è quello che ci vedrà impegnati ad effettuare, fin da subito, interventi di manutenzione ordinaria,di concerto con il consorzio: dovremo predisporre un’apposita delibera di giunta con cui fissare i termini di una convenzione che ci permetta di essere operativi immediatamente in tal senso. Questo presuppone che vengano reperite, e non senza fatica da parte nostra, le dovute somme necessarie per tali interventi.
Il passo immediatamente successivo sarà quello di coinvolgere tutti i Comuni sui cui territori passa il fiume perché non è pensabile che le problematiche che lo riguardano possano essere affrontate e superate solo intervenendo nel nostro territorio. Sarebbero lavoro e spese inutili. Dal colloquio con l’avv. Netti è emersa con chiarezza la necessità di mettere a punto un progetto di lavoro dettagliato, per procedere ad evidenziare e progettare opere e sistemazioni dell’Ete Morto, coinvolgendo appunto tutti i comuni sul cui territorio lo stesso ricade”.
“Non abbiamo intenzione di perdere tempo visto che si tratta di una situazione delicata e che merita le dovute e immediate attenzioni -aggiunge l’Assessore Clementi – Faremo la nostra parte, prevedendo le somme in bilancio che saranno necessarie; non ci tireremo indietro ma sarà necessario coinvolgere anche gli altri comuni della zona che sicuramente troveremo sensibili su questo tema”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento