Sant’Elpidio a Mare, nuovo incontro per fare il punto sui lavori all’ospedale


SANT’ELPIDIO A MARE – Si sono fatti passi avanti sul fronte dei lavori presso l’ospedale elpidiense. Gli amministratori ne hanno preso atto nel corso di un nuovo incontro organizzato proprio per fare il punto, in modo sistematico, sull’evolversi della situazione per la consegna alla collettività di quel polo funzionale nel quale saranno trasferiti gli ambulatori medici del territorio.

“Non si tratta di lavori che sta effettuando il comune, vorrei che questo fosse chiaro – dice in merito il sindaco, Alessio Pignotti – ma in qualità di amministratori della comunità elpidiense abbiamo interesse a che quest’opera sia consegnata quanto prima al territorio. Per questo ci siamo fatti promotori di tavoli di lavoro periodici che, a quanto pare, stanno portando a dei risultati.

Si sono avuti positivi sviluppi con il montaggio degli infissi e la realizzazione del controsoffitto. Abbiamo ora deciso di rivederci dopo il 22, per un ulteriore step. Da quanto ci è stato detto si dovrebbe provvedere, in questo arco di tempo, alla realizzazione della tinteggiatura e della pavimentazione in modo da procedere spediti e vedere conclusa la struttura per il mese di settembre/inizi di ottobre”.

All’incontro hanno partecipato per l’amministrazione comunale il Sindaco Pignotti, il vice Sindaco Roberto Greci e l’assessore Stefano Pezzola, presente la ditta realizzatrice con il direttore dei lavori, Catini e Misericordia in rappresentanza dei dottori del territorio, il direttore dell’Area Vasta Roberto Grinta e la consigliera regionale Jessica Marcozzi.

“Come amministrazione abbiamo cercato di forzare la mano affinché i lavori venissero realizzati in tempi brevi – ammette il sindaco – e debbo ringraziare Grinta così come la ditta esecutrice per la massima disponibilità manifestata verso il raggiungimento di un obiettivo comune: consegnare una importante struttura con l’attivazione di un importante servizio alla collettività. Al prossimo incontro l’obiettivo è quello di invitare a partecipare anche gli altri medici del territorio in modo tale che possano anch’essi monitorare la situazione”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

Loading...