Sant’Elpidio a Mare – Chiesto il rinvio a giudizio per l’ex sindaco Mezzanotte per le morti da alluvione nel 2011

Fermo - ALLUVIONE 2011: Contributi per le aziende danneggiate

E’ stato chiesto il rinvio a giudizio per l’ex sindaco di Sant’Elpidio a Mare Alessandro Mezzanotte per i tragici fatti relativi all’alluvione del Marzo 2011.

Era il 2 marzo quando, nella frazione di Casette D’Ete, il fiume Ete esondò trascinando con sè nel fango Giuseppe Santacroce di 51 anni e la figlia della compagna, la ventenne Valentina Alleri.

Ora il pm della Procura di Fermo, Luigi Ortenzi, chiede il rinvio a giudizio  per omicidio colposo per l’ex primo cittadino reo di non aver attivato la cosiddetta “fase di attenzione” nonostante l’allerta meteo della Prefettura di Fermo e la segnalazione della frazione Casette D’Ete come zona critica a rischio esondazione. Secondo il PM era necessario cambiare la viabilità evitando l’accesso verso la zona a rischio da strade secondarie, come quella percorsa dalla vettura Santacroce, sommersa dal flusso d’acqua in una zona scarsamente illuminata.

L’udienza preliminare sarà celebrata il 27 novembre. Parti offese i famigliari delle due vittime, alcuni dei quali risiedono a Ceglie Messapica (Brindisi), Comune di origine di Santacroce, e sono assistiti dall’avvocato Maria Antonietta Spalluti, che si era opposta all’archiviazione chiesta dalla Procura nel marzo del 2012, alla quale seguì un supplemento d’indagine.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento