Sant’Elpidio a Mare – Un cantiere a cielo aperto

cantiere-stradale

La Giunta ha recentemente approvato interventi per la sicurezza stradale in diverse zone del territorio. “É il caso di Via Metauro, di P. le Magnalbó così come è il caso di Via Dalla Chiesa, Via Lazio, P. le F.lli Cervi ed il tratto iniziale di Via Lombardia dove sono previste l’asfaltatura ed altri intereventi miranti a rendere le strade più sicure – fa sapere il Sindaco, Alessio Terrenzi – Si tratta di interventi che saranno finanziati con mutuo e la procedura prevede che ora sia attivata la relativa richiesta: non appena arriverà il riscontro dalla Cassa Depositi e Prestiti si provvederà alle gare d’appalto per poi iniziare i lavori nella primavera del 2015. Sempre nella primavera del 2015 è prevista anche la riapertura del cantiere di Corso Baccio”.
Nuovi cantieri in arrivo, dunque, che si sommano a quelli attualmente in essere e che saranno portati a termine come per via Fontanelle e secondo ascensore. Sta procedendo di buona lena, tanto per citare un esempio, la demolizione delle mura cittadine così come stanno procedendo i lavori in via Tevere. “A breve ripartirà il cantiere per la realizzazione dei marciapiedi in zona Angeli, opera la cui ultimazione è attesa da tempo e che darà un’importante risposta sul fronte della sicurezza in quella zona – aggiunge il primo cittadino – partiranno i lavori di Via Aldo Moro rispetto ai quali stiamo anche ragionando per lo spostamento temporaneo del mercato. Inoltre, altro cantiere ai nastri di partenza è quello per il camminamento in via Fonte di Mare, nel quartiere di Cascinare: è stato infatti approvato il progetto esecutivo relativo ad un’opera attesa da tempo e reclamata a gran voce dai residenti. So perfettamente che l’avvio di un cantiere, ancor più quando sono più di uno seppur in diverse zone della città, può portare con se dei disagi ma chiedo pazienza alla cittadinanza ed agli automobilisti per le eventuali difficoltà che inevitabilmente si manifesteranno. Si tratta di sacrifici di carattere temporaneo che permetteranno di avere opere che renderanno la nostra città più vivibile. La città non ha che da guadagnarci”.

Commenti

commenti

Articoli Correlati

In caricamento...

Lascia un commento